Ultim'ora
Commenta

Il futuro degli artigiani
in Lombardia, i candidati
ne discutono con la Libera

La Libera associazione artigiani incontra i candidati. L’argomento “Se chiudono gli artigiani, chiude la Lombardia: che cosa fare per evitare il baratro”. Un incontro a cui prenderanno parte i candidati al consiglio regionale  di Pdl (Mino Jotta), Pd (Agostino Alloni), Lega (Federico Lena), Udc per Monti (Marta Fontanella), Fare per Fermare il declino (Alessandro Rossi) e Lista per Ambrosoli (Matteo Gramignoli) chiamati ad esprimere la loro ricetta per contrastare la crisi. In particolare gli artigiani vogliono conoscere quali sono i progetti concreti su credito, formazione-giovani, infrastrutture, investimenti su bandi e «no tax area», riguardo alla Lombardia in genere e al Cremasco in particolare, dei candidati qualora vengano eletti in Consiglio Regionale.

“Ricorderemo loro – avverte il Presidente della Libera artigiani di Crema, Marco Bressanelli, – che il debito pubblico anche della nostra Regione continua a salire e, per questo, è necessario un taglio netto e deciso alla spesa, e che le tasse su famiglie e imprese anche in Lombardia hanno raggiunto livelli ormai insostenibili, e che serve oggi più che mai una burocrazia snella ed efficiente. Solo così le aziende potranno disporre di maggiori risorse da investire per rilanciare nuova occupazione, consumi, ricchezza”.

Il dibattito sarà moderato dal segretario della ‘Libera’ Giuseppe Zucchetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti