Ultim'ora
Commenta

Bullismo in biblioteca
Zanibelli e Agazzi:
“Servono le telecamere”

La vicenda di vandali in biblioteca non poteva che finire in consiglio comunale. L’occasione l’approvazione della convenzione per la creazione del sistema bibliotecario cremonese che unificherà i due sistemi esistenti: cremasco-soresinese e casalasco-cremonese. A sollevare la questione la capogruppo del Pdl, Laura Zanibelli: “La questione è preoccupante. Gli utenti e gli studenti devono poter andare in biblioteca senza pericolo così come il personale che vi lavora non deve essere minacciato o insultato. Dovete, anzi dovevate, mettere in campo delle azioni immediatamente perché questa situazione va avanti da novembre. E’ – ha proseguito Zanibelli – assurdo che debbano arrivare degli studenti universitari a chiedere di mettere in campo delle azioni per arginare il problema, quando da tempo erano state chieste anche dal personale”. L’ex assessore ha ricordato che durante l’amministrazione Bruttomesso c’erano stati degli episodi di vandalismo che erano stati immediatamente arginati con una guardia giurata.

“E’ da novembre che qui si vive una situazione di pericolo, la questione era nota e non bisognava arrivare a questo punto. E’ ora di salvaguardare la sicurezza dei lavoratori, anche perché ditemi se costa di più installare delle telecamere oppure ripristinare i danni. E non dite di non avere soldi avete speso 3mila euro per dei manifesti”, ha ribadito Zanibelli. D’accordo anche Antonio Agazzi che ha ricordato l’investimento fatto dalla giunta Ceravolo per trasferire la biblioteca a Palazzo Benzoni e chiesto che vengano installate delle telecamere. “So – ha detto rivolgendosi all’assessore Paola Vailati – che non è d’accordo, che preferisce usare la tolleranza, ma per me questo è il momento di intervenire e di mettere fine a questi atti. Mettiamo le telecamere”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti