Commenta

Il teatro d’avanguardia
al San Domenico con
la rassegna Wide Shut

Al San Domenico torna il teatro d’avanguardia, torna la rassegna Wide Shut. Si tratta di un  tributo al teatro d’avanguardia che da anni il Teatro San Domenico propone come appuntamento collaterale alla stagione di prosa più tradizione. Tre gli appuntamenti in programma a cominciare dal Musical di Luciano Padovani, proseguendo con uno spettacolo tragicomico fino alla Compagnia vincitrice del Premio Nazionale della Critica 2012. Primo appuntamento venerdì 22 febbraio con “Que reste t il de nos amours?” Un sorta di musical sull’amore e su Parigi di Luciano Padovani. Uno spettacolo che vuole raccontare l’amore, Parigi, la gente, con personaggi che cantano, ballano, amano, salgono e scendono. Interpretato e creato da Silvia Bertoncelli, Chiara Guglielmi, Sandhia Nagaraja, Luca Zampar, Paolo Ottoboni, Marco Rogante, Annalisa Rainoldi, meravigliosi protagonisti di varie storie. Si prosegue martedì 5 marzo con “Senza famiglia. La rivoluzione comincia in casa”, di Aldo Cassano. Terzo e ultimo appuntamento venerdì 15 marzo con “Idoli”, di Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti e  Alessandro Tedeschi. Testo Finalista al “Premio Hystrio per la Nuova Drammaturgia 2011″. Il biglietto di ingresso degli spettacoli sarà a 15 euro (10 ridotto). E’ disponibile l’abbonamento per tre spettacoli a 30 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti