Un commento

Fuori la politica da Scrp
Malvezzi appoggia
la battaglia dei sindaci

Fuori la politica dalle partecipate. La crociata iniziata dai sindaci cremaschi in vista della nomina del cda di Scrp ha trovanto il sostegno di Carlo Malvezzi, vicesindaco di Cremona e candidato al consiglio regionale per il Pdl. Ecco la lettera di Malvezzi ai sindaci: “In merito alla posizione espressa dai sindaci del Comitato ristretto dell’azienda SCRP mi sento di rivolgere alla politica un invito affinché mostri – ancora di più – la propria capacità di scegliere per il bene del territorio, scrivendo una nuova pagina nella gestione delle società dei servizi.
Troppo spesso è accaduto che i sindaci, rappresentanti del popolo e soci delle aziende, abbiano fatto i conti con decisioni calate dall’alto. È tempo, invece, che la politica dimostri di fidarsi di chi ha ottenuto la fiducia dei cittadini, riconoscendo agli amministratori locali il ruolo di protagonisti nella governance di società che hanno un impatto forte sulla vita dei cittadini. Ciò non significa compiere un passo indietro, ma farne uno in avanti, nella direzione di favorire merito, competenza e legame reale col territorio. Mi metto quindi a disposizione perché sia avvii un percorso di condivisione tra gli amministratori soci della SCRP affinché si arrivi all’indicazione comune dei vertici societari. Sono certo che ne guadagnerà la gente che abita la nostra provincia
.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giulio

    “Troppo spesso è accaduto che i sindaci, rappresentanti del popolo e soci delle aziende, abbiano fatto i conti con decisioni calate dall’alto”
    Ben scritto!
    Che criterio hanno utilizzato quelli del PDL per calare le loro candidature? Risibili.