Ultim'ora
4 Commenti

‘L’azienda si amplia?
Ti dimezzo gli oneri’
La proposta del Pdl

Lavoro, occupazione e taglio della pressione fiscale. Questi tre degli argomenti di cui il sindaco Stefania Bonaldi ha parlato nella sua lettera ai candidati alle prossime elezioni regionali e politiche. Una lettera che l’opposizione e in particolare il gruppo del Pdl, non ha mancato di leggere con attenzione e di utilizzare come spunto per chiedere al sindaco, a fronte di queste richieste, “come pensa di muoversi il comune da lei amministrato”.  Il disavanzo di bilancio, secondo il Pdl si aggirerebbe intorno ai 6milioni di euro (5,8 milioni secondo il Pdl, 4,6 milioni quelli dichiarati dalla maggioranza), sui quali l’amministrazione quando parla di 4,6milioni avrebbe di fatto già pensato come recuperare il milione e passa di differenza. Come pensa di recuperare il resto? Si chiedono i consiglieri del Pdl, Laura Zanibelli e Simone Beretta? E soprattutto come pensa il sindaco di favorire il lavoro e l’occupazione, che ritiene il primo problema del territorio? La proposta del Pdl c’è. C’è e  i consiglieri intendono portarla avanti anche sotto forma di emendamento: dimezzare gli oneri di urbanizzazione ai quelle imprese che vogliono ampliarsi o aprire un nuovo capannone, se creano posti di lavoro. Azzerarli se il numero di posti è consistente”. Basta, dicono i consiglieri del Pdl, con l’aumento di imposte e tariffe. “Non penserà di alzare l’Irpef , mettendo così le mani nelle tasche dei cittadini? Aumentarlo dicendo che si tutelano le fasce deboli è una bufala: questa imposta toccherà l’80% delle famiglie. L’amministrazione deve capire che non si possono alzare le tasse e le tariffe e soprattutto mantenere i servizi nello stato in cui sono. Non è più possibile tenere un asilo (la scuola materna Iside Franceschini) che costa al bilancio 300 o 400 mila euro. Bisogna intervenire e rimodulare i servizi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti