Ultim'ora
Un commento

Koch, fumata nera
Trattativa in stallo
Circa 40 esuberi

Koch, trattativa in stallo. L’azienda ha detto no alle richieste dei lavoratori e i sindacati non si sono mossi di un passo dal mandato avuto dai dipendenti. L’azienda aveva chiesto l’apertura di una mobilità e di una cassa integrazione straordinaria per 15 mesi, oltre che alla reintroduzione del cosiddetto sei per sei, sei ore lavorative per sei giorni chiedendo anche una rimodulazione delle maggiorazioni. Alle ultime due proposte i lavoratori riuniti in assemblea avevano detto no.

E questo è quanto riferito dalle parti sindacali ai rappresentanti della Koch, che proprio non si aspettavano posizioni così rigide. Ora il tutto è rinviato al prossimo 15 febbraio. In quella data l’azienda dopo aver dialogato con i soci americani farà sapere le decisioni prese alle parti sindacali. Difficile però un cambio di posizione. A illustrare l’accaduto Omar Cattaneo, segretario della Fim Cisl, presente con il collega della Fiom Cgil, Massimiliano Bosio.

«L’azienda ci ha chiesto se c’era la possibilità di rivedere le nostre posizioni, ma questo era il mandato avuto e questo abbiamo mantenuto. Per i dipendenti non è più sopportabile il sei per sei, visto che a fronte di una perdita in busta paga anche di 300 euro mensili, c’è stata una pessima gestione dell’accordo raggiunto nel novembre 2011. In azienda il clima è difficile e i lavoratori non si fidano più». Ora c’è attesa per la decisione dopo il confronto con i soci d’oltreoceano. «Aspettiamo il 15 febbraio per capire quale sarà la proposta poi agiremo di conseguenza ed adotteremo tutte le misure necessarie», aggiunge Cattaneo.

I lavoratori sono disposti alla cassa integrazione ed ad una mobilità volontaria ed incentivata. L’azienda avrebbe dichiarato un esubero di 60mila ore, che tradotto in personale significa circa 40 dipendenti da individuare nelle diverse aree di produzione. L’intenzione della Koch è quella di mantenere la produzione a Bagnolo Cremasco dismettendo però quei rami che non fanno reddito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti