Commenta

Barista accusato di
spaccio di droga
finisce in manette

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Crema hanno arrestato un 30enne incensurato residente a Ripalta Cremasca, gestore di un bar in centro,  ritenuto responsabile di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Il 31 gennaio scorso in piazza Giovanni XXIII a Porta Ombriano è stato bloccato alla guida della sua Alfa Romeo subito dopo aver ceduto un involucro contenente 2,30 grammi di marijuana ad un operaio 31enne poi segnalato alla prefettura come assuntore. Alle contestazioni, quest’ultimo ha ammesso di aver chiesto al barista il giorno prima la disponibilità dello stupefacente per uno spinello. I militari si sono quindi appostati in un bar e attraverso la vetrata sono stati testimoni del passaggio di mano. Immediato l’intervento, il recupero e quindi la perquisizione dell’indagato in auto. Presso il domicilio di Crema i militari hanno sequestrato una busta contenente 790 grammi della stessa sostanza, due bilancini elettronici di precisione, due scatole con sacchetti di cellophane trasparente per uso alimentare per le confezioni, ritagli vari e 325 euro ritenuti provento dell’illecita attività di spaccio, di cui parte nello sportello dell’auto. Processato per direttissima, il 30enne ha patteggiato un anno e dieci mesi di reclusione con la sospensione condizionale. Dunque è tornato libero.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti