Commenta

Un Carnevale in “Alegria”
per dare vita alla città
Con Asvicom arrivano
anche Gaget e Gagettino

Si è appena chiuso il Natale ed ecco già pronti i festeggiamenti per il Carnevale. Così dopo “Crema città del Natale” arriva “Alegria”, nuova iniziativa dell’Asvicom e di moltissimi altri soggetti del mondo economico cremasco, oltre che del comune di Crema. Il format è sempre lo stesso: organizzare una serie di eventi ed iniziative che possano attrarre turisti da luoghi lontani e visitatori dei paesi vicini, a corollario delle quattro sfilate organizzate per il Carnevale. L’obiettivo: far vivere il centro storico, favorendo opportunità di business per i commercianti e per bar e ristoranti. “Un nuovo marketing territoriale che ha preso il via a Natale e che prosegue ora dopo il successo avuto con le iniziative di dicembre”, ha detto il presidente dell’Asvicom Berlino Tazza che ha presentato l’iniziativa con il segretario Enrico Zucchi, l’assessore al Commercio, Morena Saltini e il presidente della Fondazione San Domenico, Giovanni Marotta, che ha sottolineato come missioni diverse: quella di rilanciare la cultura e quella di rilanciare il commercio si siano ora unite in un’unica missione. A sostenere l’iniziativa anche la Lega panificatori Asvicom, il Fatf, le Tavole Cremasche, l’Anffas, il Caffé letterario, il comitato Carnevale Cremasco, i Pantelù, l’associazione Olimpia, il Panathlon, la Croce rossa, il Club Scuderia Piloti sul Serio, il comitato Fiera di San Pantaleone, l’accademia Danza, il Cre, il gruppo Amici e i Barabét.

IL PROGRAMMA

Un folto programma che prenderà il via domani, sabato 26 gennaio, con la casetta di Gagét e il suo carrettino in piazza Duomo a cura dell’Asvicom e del Comitato Carnevale Cremasco, il baby swamp e con il Galà del Balletto al San Domenico. Secondo appuntamento il 29 gennaio al San Domenico con Un Tram chiamato desiderio. Sabato 2 febbraio ancora una volta animazione in piazza Duomo curata da Asvicom e Comitato Carnevale con Dimi Dimitri Show e uno spettacolo di burattini in sala Alessandrini alle 15. Alle 17 al San Domenico, Arteatro, inaugurazione della mostra di Wladi Sacchi. Mercoledì 6 febbraio la storia del teatro al San Domenico a cura di Luigi Ottoni. Sabato 9 febbraio si ripete l’animazione in piazza Duomo, mentre presso gli Stalloni di via Verdi esposizione di Carrozze d’Epoca. In serata al San Domenico Aspettando Godot. Martedì 12 febbraio il Gran veglione di Carnevale per i bambini a cura dell’associazione Olimpia in sala Pietro da Cemmo dalle 15 alle 19. Gran finale sabato 16 febbraio con lo spettacolo “Alegria” dell’Accademia di Danza a partire dalle 16,30 in piazza Duomo. Sempre in piazza l’esposizione di auto d’epoca curata dalla Scuderia piloti sul Serio.

IL GAGET E IL GAGETTINO

Grande novità portate con sé da “Alegria”, sono il Gagèt e il Gagettino. Due prodotti che Asvicom si propone di diffondere e far diventare una tradizione non solo del Carnevale ma una tradizione culinaria Cremasca. Il Gagettino una nuova bevanda a base di caffé e Anesone Triduo della distilleria Franciacorta ideato da Antonio Bonetti de Le Tavole Cremasche, che sarà in vendita da oggi nei bar della città abbinato al Gagèt biscotto dalla forma e dal sapore di tortello cremasco preparato dalla pasticceria Maiandi.

IL MARCHIO MADE IN CREMA

La presentazione di “Alegria” è stata l’occasione per l’assessore Saltini anche di lanciare l’iniziativa a cui il suo assessorato con Reindustria sta lavorando: il marchio Made in Crema da assegnare ai prodotti e alle eccellenze cremasche. Una apposita commissione istituita da Reindustria valuterà quali sono le eccellenze cremasche e assegnerà loro il marchio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti