5 Commenti

Crema sempre più verde
Giardini in adozione
e 50 nuovi alberi in città

Crema una città sempre più verde. Giardini in adozione per garantire la cura delle aree verdi esistenti. E’ quanto l’amministrazione sta portando avanti in ambito ambientale.

Non sono ancora definitivi i dati e le aree verdi che privati ed aziende hanno deciso di prendere in gestione per la prossima estate, ma l’assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Bergamaschi ne è certo: “Il risparmio che l’amministrazione ne ricaverà va nell’ordine delle decine di migliaia di euro. Stiamo – afferma – facendo il punto della situazione, ma le disponibilità sono arrivate in maniera consistente.  Tra quelli che hanno dato diciamo un obolo di qualche migliaia di euro e il risparmio che ne deriverà dal non dover più appaltare la cura, gli euro che restano nelle casse del comune sono parecchi. Certo – sottolinea – questo non basta a coprire il deficit relativo alla gestione ottimale del verde: per garantirla servono circa 600mila euro, e negli ultimi anni ne sono stati stanziati circa la metà, ma è un passo avanti”. La speranza è che dopo questo primo passo altri privati o aziende seguano quelle che hanno aderito. Per questo verrà aperto in futuro un altro bando.

A questo si aggiungono i 50 nuovi alberi messi a dimora in città. “Laddove c’erano alberi abbattuti ora sorgeranno  nuovi alberi”, spiega Fabio Bergamaschi  “Sono particolarmente felice di comunicare alla città – afferma l’assessore – la  chiusura di questo intervento. Si tratta di piantumazioni effettuate laddove, negli anni, sono stati eseguiti abbattimenti, mai compensati, sia lungo le strade cittadine, sia  nei parchi pubblici e nei giardini di alcune scuole primarie. Un intervento che ci sembrava necessario visto che da anni non venivano sostituiti alberi dove erano stati sradicati. Abbiamo quindi approfittato delle risorse che si erano liberate con l’assestamento di bilancio e che andavano utilizzate entro la fine del 2012”

Anche la scelta delle piante non è stata casuale ma ha  risposto a dei criteri  sia di  salvaguardia ambientale sia di sicurezza rispetto a delle legittime esigenze espresse  dai cittadini.

“Le piante  scelte  – spiega l’assessore Bergamaschi –   sono: querce, ippocastani, aceri, carpini, crategus, liriodendri e bagolarl: essenze arboree diverse per una salvaguardia della biodiversità, con l’accortezza di piantumare al bordo delle strade tipologie arboree che, in futuro, non abbiano una chioma troppo ampia, per esigenze di sicurezza veicolare. Abbiamo accolto, il più possibile, le istanze  dei cittadini che lamentavano la presenza di  alberi, la cui crescita  impediva una buona visuale dei cartelli stradali. Contemporaneamente abbiamo ascoltato i suggerimenti dei nostri  concittadini più sensibili  alle esigenze ambientali del territorio, come Gian Emilio Ardigò e Alvaro Dellera.”

Le  aree interessate  dalla piantumazione sono : via Indipendenza, via Chiesa, viale di Santa Maria, via Cadorna, via Carlo Urbino, via Gramsci, via Tadini, via Piacenza, via Crispi, Parco di via Rampazzini, scuola primaria di Ombriano, scuola primaria di Castelnuovo, area di via Camporelle.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Campo di marte

    Al campo di marte ora ha preso piede l’abitudine di portare i propri cani a scorazzare e cagare liberamente nel parco. Mai vista la polizia locale per far rispettare il regolamento.
    Più alberi, meno cagate!

    • Lollo

      Guardi che porta fortuna, a tutti è la capitato di restarne una.

  • green

    Alberi da frutta no ? Orti sociali no ?

  • Anche a me ha colpito la magnificenza del proclama e l’entità dell’intervento. Ma stiamo parlando di CINQUANTA alberi in tutta la città di Crema che conta TRENTAMILA abitanti, ho capito bene CINQUANTA e non CINQUEMILA!
    E poi dai la ineleganza della marchetta ai “nostri” due cittadini…. che tristezza!!!

  • 50 alberi!!?! …meglio di niente ma poco, poco, troppo poco.