Commenta

Stalloni, nessun soldo
dal “Piano per le città”
Il ministero finanzia
solo 28 progetti su 467

La riqualificazione degli Stalloni non rientra tra i progetti scelti dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La cabina di regia appositamente costituita per decidere quali finanziare dei 467 presentati al bando “Piano Nazionale per le città”,  ha scelto 28 progetti, dei quali solo tre in Lombardia: uno a Milano, uno a Pavia e uno a Pieve Emanuele.

A questi saranno aggiunti altri 24 progetti che riguardano gli interventi di bonifica ambientale ed efficientamento energetico. Questi interventi, in seguito a una successiva istruttoria, saranno finanziati con risorse provenienti dal ministero dell’Ambiente. In tutto la cabina di regia avrebbe esaminato 457 proposte arrivate dalle amministrazioni comunali di tutta Italia. Le 28 che hanno superato la selezione potranno usufruire di un cofinanziamento nazionale di 318 milioni di euro (224 dal Fondo Piano Città e 94 dal Piano Azione Coesione per le Zone Franche Urbane dove si concentrano programmi di defiscalizzazione per le Pmi), che attiveranno nell’immediato progetti e lavori pari a 4,4 miliardi di euro complessivi, tra fondi pubblici e privati.

Il progetto di riqualificazione degli Stalloni aveva ottenuto il via libera della giunta regionale qualche mese fa. L’area è di proprietà della Regione Lombardia. Il progetto era condiviso da Infrastrutture Lombarde Spa di Milano e altri soggetti come Asl, Istituto Spallanzani, Centro di Riabilitazione Equestre (C.R.E.) e di Azienda Ospedaliera in una fase successiva. Il progetto individua la possibilità che negli Stalloni possano trovare posto servizi dell’Asl, case protette per anziani, verde, piste ciclabili, parcheggi interrati e il museo delle carrozze. Probabile che l’amministrazione si metta al lavoro per trovare un altro tipo di finanziamento per portare avanti il progetto da quasi 13milioni di euro, dei quali 4milioni erano attesi dal bando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti