Cronaca
Commenta

Contrasto allo spaccio
di hashish, due
arresti e due denunce

Due arresti e due denunce. Questo il risultato dell’operazione di contrasto allo spaccio di stupefacenti nel Cremasco portata avanti dai carabinieri. Il primo arresto nel pomeriggio di ieri, quando i militari hanno fermato, perquisito e arrestato un 35enne di Scannabue. L’uomo è stato trovato in possesso di 30 grammi di hashish, un cutter con lama annerita, probabilmente utilizzato per tagliare il “fumo”, e un bilancino di precisione. In serata le manette sono invece scattate ai polsi di un 28enne di Trescore Cremasco, anch’egli ritenuto responsabile di spaccio di hashish. Al 28enne sono stati trovati 85 grammi di hashish, un bilancino e il materiale necessario per preparare le dosi da vendere. L’uomo è anche accusato di aver venduto altri 42 grammi di “fumo” ad un disoccupato di Bagnolo Cremasco che li custodiva in casa. Quest’ultimo, un 33enne, è stato segnalato come assuntore di stupefacenti. Nello stesso contesto sono stati denunciati due fratelli di Pandino di 38 e 43 anni. Nelle abitazioni di entrambi sono stati trovati circa 46 grammi: 23 per ognuno. I due arrestati, entrambi incensurati, sono già stati processati per direttissima:il 35enne ha patteggiato 18 mesi di reclusione, mentre il 28enne di Trescore un anno di carcere. Entrambi con la sospensione condizionale della pena. Al termine dell’udienza sono tornati in libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti