Cronaca
Commenta4

“Caserma di Crema,
il prossimo governo
deve intervenire”

Ha ragione il Sindaco Bonaldi a sostenere che Crema e i Comuni del territorio non sono in grado di sostenere la spesa per la realizzazione delle nuove Caserme dei Vigili del Fuoco e della Polizia di Stato. Ma non per questo, come territorio, dobbiamo rinunciare a questo sacrosanto diritto!
E’ un diritto che i cittadini cremaschi ed i lavoratori della polizia e dei VVFF attendono da anni: questi due presidi devono essere tutelati e potenziati.
Il mantra de ” i soldi non ci sono” non mi convince e serve a colpire sempre i soliti soggetti, e il cremasco è uno di questi.Nel recente passato come Consigliere Comunale di Crema ho avuto modo di dimostrare, pur nella llimitatezza delle disponibilità economiche, quanti e quali altri territori sono stati e vengono tuttora tenuti in considerazione nell’adeguamento delle strutture per la sicurezza dei cittadini e la tutela del territorio.
Crema è da anni, tanti anni, che non gode più di un intervento statale: ciò non è più tollerabile. Tutti i rappresentanti del cremasco, istituzionali e non, devono “fare lobby” per impegnare il prossimo Governo e Parlamento a reperire le risorse necessarie per la realizzazione delle nuove caserme.
Nell’ottica di rappresentare il territorio in cui da sempre vivo, come candidato per Sinistra Ecologia Libertà alle elezioni della Camera dei Deputati, mi impegno sin da ora a sostenere questa necessaria azione di “lobby territoriale” per l’affermazione di una risposta positiva a questo bisogno.
Se eletto, uno dei primi passi che muoverò come Deputato sarà quello di far si che il Cremasco abbia il suo giusto riconoscimento nell’ambito delle capacità di spesa di competenza del Ministero degli Interni.
Si può fare, si deve fare!
Franco Bordo
Capolista per SEL alla Camera dei Deputati
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti