Commenta

Teatro per le famiglie,
il San Domenico propone
“L’albero delle bolle”

Riparte Domenica per le famiglie al San Domenico. Di scena “L’albero delle bolle”, una storia sulla diversità, diretta da Claudio Orlandini.

Questa è la storia di Lola, una piccola bolla di sapone che nasce tra i rami e le foglie di un albero popolato da mele canterine e da un simpatico bruco un po’ pauroso. Lola si affeziona subito a tutti gli abitanti dell’albero, ma Sotuttoio, la voce della pianta, le svela il suo destino: lei dovrà partire per raggiungere la Città delle Bolle. Il cattivo Mister Trappola cattura Lola e costringe gli abitanti dell’albero a correre in suo aiuto, fino al colpo di scena finale.

La storia racconta l’amicizia tra esseri diversi tra loro; dietro le fronde si cela un mondo di sfumature e atmosfere magiche, che come tutte le cose trasparenti hanno bisogno di un’angolazione precisa per poter essere viste. Con questa favola teatrale proviamo a ricordare la nostra meraviglia di quando eravamo bambini e soffiavamo nel cielo le bolle di sapone: forse anche i bambini di oggi possono rallentare il proprio tempo e provare a scoprire il tesoro invisibile racchiuso in questo piccolo gesto.

Lo spettacolo è costruito sulla sospensione del tempo infantile: sospesi sono gli attori, che dondolano come mele in una scena che disegna un bosco e l’attimo dopo diventa microcosmo in mezzo a rami, piccioli, bruchi e bolle di sapone.

L’appuntamento è alle 16.00. Ingresso 5 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti