Politica
Commenta1

Boom di firme per
il Movimento 5 Stelle,
oltre 1800 nel cremasco

Boom di firme per il Movimento 5 Stelle. I rappresentanti cremaschi del movimento di Beppe Grillo hanno terminato la raccolta firme per la presentazione delle liste alle prossime elezioni regionali e politiche.

In tre settimane di banchetti, Crema ha, infatti, risposto alle grande; raccolte 700 firme per la Camera, 500 per il Senato e 600 per la Regione. Ne servivano 2.000 circa per le due Camere, ora dimezzate per tramite del DL “Taglia firme” del 28.12.2012, e circa 700 per la Regione.

“I cittadini  – spiegano i rappresentanti del Movimento 5 Stelle – sono arrivati spontaneamente, consci di quello che stavano firmando, chiaro segnale che, anche nel Cremasco, qualcosa sta cambiando e che il Movimento è inteso come parte fondante di questo cambiamento. I banchetti hanno visto un’intensa turnazione tra gli attivisti locali, chiara conferma della crescita del MoVimento 5 Stelle Cremasco, che ormai vanta decine di partecipanti attivi e centinaia di iscritti ai propri social network”.

Altro ruolo di rilievo per il gruppo locale e per la città è che i delegati di lista designati per la presentazione delle liste al Tribunale di Mantova per la Circoscrizione Lombardia 3 (Province di Cremona, Pavia, Mantova e Lodi) saranno i due consiglieri comunali cremaschi Christian di Feo e Alessandro Boldi, i quali hanno coordinato in queste settimane i lavori e gli aggiornamenti per la raccolta delle sottoscrizioni, rimanendo in costante contatto con i candidati, gli attivisti delle 4 province, le altre circoscrizioni d’Italia  e lo Staff centrale.

“Non da sottovalutare  – sottolineano il grillini – il fatto che i delegati, per poter svolgere questo ruolo, hanno dovuto sottoscrivere l’impegno a non candidarsi ai prossimi comizi elettorali del 2013, chiaro segnale che il “poltronismo” non è una peculiarità del MoVimento 5 Stelle. La prima fase organizzativa è finita; – concludono – ora ci attende una nuova fase altrettanto intensa e difficile. L’unica vera certezza è che, in tutto questo, nessun costo graverà sui già risicati risparmi dei cittadini”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti