Politica
Commenta

Magnoli si candida
alle primarie
per il Parlamento

Il segretario provinciale del Partito Democratico Titta Magnoli (nella foto) ha deciso e si candiderà alle primarie per la Camera e il Senato di sabato 29 dicembre. “Mi è bastato leggere la prima riga del regolamento per convincermi. Recita, infatti ‘Ai fini della più ampia partecipazione e del rinnovamento della politica, il Partito democratico promuove primarie aperte’. E’ chiaro quindi che non stiamo scherzando ma lo sforzo del partito verso l’apertura e il rinnovamento è vero e concreto. – ci ha dichiarato questa mattina Magnoli – Ho quindi deciso di correre, convinto che ci sia una forte domanda di cambiamento e di innovazione che deve trovare un’offerta politicamente credibile. Credo che la prossima legislatura sarà costituente e che ci sia bisogno di energie nuove e motivate per affrontare una prova fondamentale del paese, nella speranza e nella convinzione che il centrosinistra possa giustamente andare alla guida del paese con Pierluigi Bersani”.

Afferma ancora Magnoli: “Ovviamente è una scelta che ha richiesto una certa dose di coraggio e un briciolo di incoscienza. Ma credo che la situazione lo richieda. Cambiare pagina in Italia e in Lombardia è un impegno che richiede lo sforzo di tutti. Ovviamente, il giorno dopo il voto, ognuno di noi lavorerà lealmente per gli altri con grande impegno e correttezza”.

Titta Magnoli è il primo dei non uscenti a gettarsi nella mischia (Luciano PizzettiCinzia Fontana, attuali parlamentari, si presenteranno certamente alle primarie del 29 dicembre). Maturità classica, Laurea in Lettere Classiche (Storia Greca) e Laurea in Filosofia Medievale presso l’Università di Pavia. Già alunno del Collegio Borromeo, ha studiato presso l’Università di Oxford e l’Ecole Pratique des Hautes Etudes, Sorbonne a Parigi. Giornalista pubblicista, Magnoli è socio fondatore dell’agenzia di servizi giornalistici Epoché, nata nel 1999. Allievo del Corso di Formazione Politica di Nicola Pasini, Massimo Cacciari, Aldo Bonomi e Alberto Martinelli, si è avvicinato alla politica attraverso la formazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti