Sport
Commenta

Altro stop per la Reima,
con il Genova
l’ottava sconfitta

Il campionato della Reima Crema non è ripartito da Genova. I blues subiscono l’ottava sconfitta stagionale e non muovono la classifica; l’unica nota positiva di un pomeriggio più ricco di ombre che luci è che finalmente Vittorio Verderio ha potuto contare sull’intero roster a propria disposizione e questo sarà un fattore importante per il prossimo futuro.

Nella prima frazione di gara partono meglio i padroni di casa che al secondo tempo tecnico conducono 16-12; negli scambi successivi Bonizzoni e Faccioli rimettono in corsa Crema (18-16) ma la fiammata si spegne subito, Genova infila un break di quattro a uno che chiude virtualmente il set (22-17). Nella seconda frazione di gara tre aces di Bonizzoni permettono alla Reima di portarsi sul 5-7, vantaggio mantenuto grazie alla verve realizzativa di Corti (9-11). Genova reagisce e capovolge il risultati, andando sul 12-11. Faccioli al servizio pareggia i conti, realizzando il 15-15 ma alla distanza la squadra di Agosto, rompe gli equilibri, archiviando il set 25-20.

Nel terzo set Verderio rivoluzione completamente il sestetto inserendo Marazzi per Egeste al centro, in banda Silva per Bonizzoni, Sarubbi per Mazzonelli in palleggio e Zoadelli per Verdelli in seconda linea. La rivoluzione ha dato i frutti sperati, 8-11 con un muro di Corti e 14-16 al secondo tempo tecnico; Genova non ci sta e poco per volta conquista il pareggio (20-20). Si lotta a rete sino al 22-22 ma nel momento topico Crema commette qualche errore di troppo e permette a Genova di conquistare la vittoria.

“Dobbiamo lavorare ancora tanto – afferma il tecnico Verderio – non abbiamo la bacchetta magica per risolvere i nostri problemi. Lavoremo con umiltà ed intensità tutti insieme nei prossimi allenamenti per correggere i nostri difetti tecnici e psicologici”. Nel prossimo turno la Reima, nell’ultima gara casalinga del 2012, affronterà Mondovì, sesto in classifica, reduce dal successo interno contro Iglesias.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti