Ultim'ora
Commenta

Più sicurezza e meno sosta selvaggia
Le richieste di Crema Nuova
Il sindaco: “Arrivano i vigili di quartire”

Più sicurezza, più servizi, maggiore attenzione alla viabilità. Queste le richieste dei cittadini di Crema Nuova alla giunta durante l’incontro dell’altra sera. Nel quartiere con il più alto numero di anziani, il sindaco Stefania Bonaldi, ha posto l’accento sull’attenzione che l’amministrazione pone ai bisogni della terza età. «La sfida del futuro, anche per la città di Crema, – attacca , in apertura, il sindaco Stefania   Bonaldi, – è quella di offrire una serie di servizi  e opportunità per la popolazione anziana. Il progetto di riqualificazione dell’area Stalloni va proprio in questa direzione: 1.500 metri quadrati di area a disposizione di anziani e famiglie in un’ottica di mutuo soccorso o di ‘condominio solidale’. Non solo, siamo consapevoli della necessità di offrire più spazi di aggregazione come, ad esempio, i centri diurni integrati».

TROPPI FURTI IN APPARTAMENTO

Ma il tema che più preme ai residenti e per il quale hanno chiesto un intervento all’amministrazione è quello della sicurezza. Al quale si sommano il senso di abbandono e di isolamento. «La maggior parte di noi è stato vittima di furti», ha esordito un abitante, che da anni vive nel quartiere. «Difficile  trovare qualcuno che non abbia ricevuto visite spiacevoli come è altresì difficile riscontrare, in zona, la presenza della Polizia»  La richiesta, esplicita, è proprio quella di una presenza maggiore delle Forze dell’Ordine,  affinché costituiscano un deterrente per i malintenzionati .  Prona la risposta dell’amministrazione, che proprio in questi giorni ha firmato la direttiva che dà operatività ai vigili di quartiere, che saranno operativi già nei quartieri dei Sabbioni, Ombriano e Santa Maria. Il primo cittadino ha comunque assicurato una pronta informazione allo forze dell’ordine. «Alla luce di quanto affermate circa la numerosa presenza di furti subiti, porterò la questione al tavolo delle  Forze dell’Ordine, con cui ci confrontiamo regolarmente per affrontare il tema della sicurezza in città».

CAOS VIABILITA’ E SOSTA SELVAGGIA

Altra questione che attanaglia gli abitanti di Crema Nuova è la viabilità. In particolare in via Manini, dove i pochi tratti di marciapiede risultano disastrati, tanto da rendere impossibile a mamme con passeggini, ai bambini e agli anziani camminare senza incorrere nelle buche. Tanto da essere obbligati, per via anche delle auto in sosta, a camminare in mezzo alla strada. I residenti hanno, infatti, chiesto un intervento dei vigili e multe per i trasgressori.

«Azioni di contrasto e controllo ci vogliono – ha affermato l’assessore alle Politiche Sociali, Maria Beretta – Tuttavia non basterebbero tanti vigili quanti sono i  residenti se non cambia la mentalità della gente. E’ un problema di educazione e rispetto. Per questo  ho proposto che Crema entri nella rete delle Città educative. Un primo passo affinché i cittadini  diventino, da soggetti passivi e fruitori di servizi, a soggetti attivi e responsabili  a favore  del bene comune».

Sotto accusa anche via Braguti: troppo stretta per la circolazione a doppio senso con parcheggi a lato e troppo buia. Una via dove al mattino per via della presenza delle scuole il transito è impossibile. «La mattina, quel tratto che porta all’entrata della scuola – spiega l’assessore alla Sostenibilità Giorgio  Schiavini – è un vero caos. Neanche la presenza dei nonni vigili ha sortito alcun effetto. Valuterò, insieme alla scuola di via Treviglio, dove sono stato invitato a vedere i cartelloni e il plastico realizzato  dai bambini sul tema, se chiudere quel tratto alle auto. Una soluzione che favorisce una mobilità più sostenibile che è la linea direttrice a cui il mio assessorato tende».

LA FONTANA DI PIAZZA FULCHERIA

Altro problema affrontato è quello relativo alla fontana di Piazza Fulcheria. Sebbene sia di recente   costruzione ha, da subito, manifestato problemi derivanti dalla stagnazione dell’acqua per cui   necessita di una manutenzione costante, molto costosa per il Comune. L’assessore ai Lavori Pubblici, Fabio Bergamaschi ha chiesto agli abitanti un’opinione sul futuro della struttura. Poiché la fontana rimane un simbolo di bellezza all’interno della piazza, gli abitanti si sono espressi per un suo ridimensionamento, non per l’eliminazione. Tra le proposte quella di trasformare le zone non raggiunte dall’acqua in fioriere. Una soluzione che sarà valutata con gli uffici comunali.

MOVIDA NOTTURNA

Tra i vari problemi, anche il disturbo arrecato da un locale del Multisala, a Porta Nova, che, hanno segnalato i residenti, tiene il volume musicale molto alto, fino alle due di notte. Il problema era già emerso e l’amministrazione l’ha già affrontato. «Quest’estate,- conclude l’assessore al Commercio Morena Saltini,- insieme agli esercenti avevamo trovato un accordo circa il rispetto delle regole. Oltre la mezzanotte la musica può essere ascoltata solo di sottofondo non a volumi alti. Visto che il problema persiste, faremo ulteriori verifiche».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti