Ultim'ora
Commenta

Primarie, i cremonesi scelgono Bersani
Segretario a l 63,79%, Renzi al 36,21%
13mila e 859 votanti (in calo)

Primarie centrosinistra. Ballottaggio tra Bersani e Renzi per il candidato premier. Dalle 8 alle 20 13mila 859 cremonesi si sono recati in circa cento seggi della provincia per scegliere tra il segretario del Partito Democratico e il sindaco di Firenze.

AGGIORNAMENTO ORE 21.50 – Arrivati i dati generali della provincia. 13mila 859 gli elettori delle primarie. Bersani al 63,79% con 8mila 834 voti, Renzi al 36,21% con 5015.

AGGIORNAMENTO ORE 21.00 – In tutto il Cremasco hanno votato in 5.486, 502 persone in meno rispetto al primo turno. Come da previsione vince Pierluigi Bersani. Al segretario del Partito Democratico il 62,7% delle preferenze contro il 37,3% di Matteo Renzi. Sul totale dei voti 3434 sono andati a Bersani, mentre 2044 al sindaco di Firenze. Nella città di Crema in 1089 hanno preferito Bersani, mentre il 671 sono andati a Matteo Renzi. Il segretario ha vinto in tutto il territorio tranne che a Cremosano dove il sindaco di Firenze ha avuto una preferenza in più: 18 contro le 17 di Bersani. In tutto il territorio ci sono state 6 schede bianche e due nulle.

AGGIORNAMENTO ORE 18.30 – Alle ore 17, 10mila 661 cremonesi hanno scelto tra Renzi e Bersani, il 70,7% dei votanti al primo turno. Dato sull’affluenza in calo di 569 voti. Alle 17 di domenica 25 novembre, infatti, erano state conteggiate 11.240 persone alle urne. Per quanto riguarda la città di Cremona, i voti dati alle 17 sono stati 2824 (il 71,7% dei votanti), erano 3030 alla stessa ora di una settimana fa. A Casalmaggiore, invece, hanno già espresso la propria preferenza il 72,4% dei votanti: 447 dei 617 elettori del primo turno. Non sono stati segnalati particolari problemi alle urne in provincia.

AGGIORNAMENTO  – ORE 17.00 – Alle ore 17, il Cremasco fa segnare un calo dell’affluenza rispetto al primo turno. La seconda rilevazione da parte della Federazione del Pd di Crema fa segnare 4.067 elettori dei quali 1.292 a Crema. La scorsa domenica, la primo turno, alla stessa ora si erano recati alle urne 4.317 cittadini dei quali 1.410 nella città di Crema.

AGGIORNAMENTO – ORE 12.00 – Alle 12 nel Cremasco avevano votato in 2.804 persone della quali 802 a Crema. Affluenza quindi in aumento rispetto al primo turno quando alle stessa ora nel territorio avevano votato 2.592 persone delle quali 760 in città.In pratica 212 persone il più si sono recate ai seggi in mattinata per scegliere tra Pierluigi Bersani e Matteo Renzi il futuro candidato premier. A Crema sono state 42 le persone in più rispetto al primo turno.

Dalle 8 alle 13 hanno votato 6mila 985 persone in provincia (il 46% sul totale dei cremonesi votanti), 1.760 a Cremona. (il 45% dei votanti). Dalle 8 alle 13 di domenica 25 novembre (primo turno) gli elettori erano stati 6.853. A Cremona, 1839.

I RISULTATI DEL CREMASCO PAESE PER PAESE

 

Domenica scorsa i votanti in provincia di Cremona sono stati 15083. (Nel Cremasco 5988) Bersani ha ottenuto 7345 voti (48.70%), Renzi 5092 (33.75%). Ricordiamo che per poter votare al ballottaggio bisogna essersi registrati all’albo degli elettori, bisogna aver ritirato il certificato elettorale, versato i due euro ed aver votato al primo turno. Ottantasei elettori ritardatari della nostra provincia  potranno votare dopo che le loro richieste sono state attentamente vagliate dalla commissione per le primarie.

CHI PUO’ VOTARE

L’elettore dovrà recarsi al seggio dove ha votato il primo turno, presentare il certificato di elettore di centrosinistra, il documento d’identità e la tessera elettorale. Per chi non ha votato al primo turno ma è stato iscritto dopo richiesta online, dovrà presentarsi al proprio seggio elettorale munito della stampa della registrazione online, con documento d’identità e tessera elettorale, versare i due euro e ritirare il certificato di elettore del centrosinistra. I seggi resteranno aperti fino alle 20, poi inizierà lo spoglio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti