Sport
Commenta

Contro Sant’Antioco
la Reima vuole
tornare a vincere

Finalmente i blues tornano a fare punti (anche se uno solo) dopo un lungo digiuno e lo fanno contro la squadra di Asti, una squadra decisamente esperta con giocatori del calibro di Rabezzana ed Agilagos, con alle spalle tanti anni di Serie A2. Il punto conquistato dopo due ore e mezza di battaglia porta la firma di Bobo Corti (top player del match con 31 punti) e di Giulio Silva, che torna finalmente in campo a pieno regime disputando una buona gara. “Il rientro di Giulio è molto importante per tutta la squadra – commenta il vice presidente Sante Barbati – Ha dato sicurezza e fiducia alla squadra; purtroppo il suo rientro coincide con la indisponibilità di Andrea Binaghi, colpito da un forte attacco influenzale, però siamo ben contenti di rivedere Giulio in campo non solo in seconda linea ma anche in attacco. Ora dobbiamo ritrovare serenità e continuità, perché la squadra ha i mezzi per risollevarsi e risalire la china”.

Domani l’impegno contro Sant’Antioco sarà estremamente difficile, la formazione sarda potrà contare sull’arrivo dell’opposto italocubano Mikal Cardona, giocatore che ha militato per 15 anni in A1. L’ex giocatore di Modena e Ravenna nell’ultimo turno è stato protagonista del successo contro la Caloni Bergamo. In questi giorni Nicola Mazzonelli è rimasto fermo precauzionalmente per un affaticamento alla gamba destra ma domani sera sarà regolarmente in campo mentre lo schiacciatore Alberto Bigarelli ha recuperato quasi completamente, e con ogni probabilità potrebbe essere gettato nella mischia. L’incontro, anticipato a sabato 1 dicembre alle 21, causa la concomitanza della gara interna dell’Icos ma questo non scoraggerà il grande pubblico da sempre fedele ai colori blues. Vincere per la Reima servirà per risalire la china e potrà segnare una tappa importante verso la risalita.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti