Cronaca
Commenta6

Giunta a San Giacomo,
viabilità e lavoro i problemi
In via Diaz gli abitanti
rivogliono i dossi

Cosa vogliono i cittadini di Crema? Miglior viabilità e lavoro in questo periodo di crisi. Ancora una volta questo risultano essere i maggiori problemi dei cittadini. Nell’ennesimo incontro della giunta con i residenti dei vari quartieri, anche nel quartiere di San Giacomo, San Bartolomeo e Pergoletto hanno portato in evidenza problemi viabilistici, oltre che all’ansia per la crisi.

LA RICERCA DEL LAVORO

Il primo cittadino, Stefania Bonaldi, di fronte alle preoccupazione del il futuro delle famiglie espresse dai residenti, non ha potuto far altro che sottolineare il fatto che si tratta di un’ansia diffusa per la quale il comune con la diocesi sta cercando di intervenire. Sono stati infatti aperti due fondi di solidarietà, per  per sostenere le famiglie cremasche in difficoltà.  Inoltre la giunta sta lavorando in sinergia con le imprese produttive del territorio e le categorie economiche per favorire insediamenti produttivi in città, in modo da aumentare le possibilità di lavoro. Azioni anche per favorire l’accesso ai contributi per le famiglie a rischio povertà. E’ stato infatti approvato la scorsa settimana dal consiglio comunale, il nuovo regolamento per  l’accesso ai Servizi sociali che permette di erogare i contributi  economici, mensilmente  e in tempi brevi, a coloro che ne posseggono i requisiti.

I PROBLEMI DI VIABILITA’

Tanti i problemi e le criticità segnalate per quanto riguarda viabilità e sicurezza stradale. A partire dagli abitanti di via Colombo che lamentano l’elevata presenza di traffico anche pesante per via dell’impianto chimico-fisico della zona, oltre che dal deposito dei pullman che scaldano i motori fin dalle prime ore del mattino. Una via che risulta essere insicura sia per chi transita in bicicletta che a piedi. Problema già preso in carico dall’assessore Giorgio Schiavini, che insieme ai tecnici sta studiano soluzioni per mitigare il traffico della zona. Per quanto riguarda la sicurezza di pedoni e ciclisti l’assessore Fabio Bergamaschi ha ricordato che «c’è già un progetto, a spese del privato, per realizzare il tratto ciclopedonale che collega  via Colombo a  via Cavalleri, al fine di creare un passaggio sicuro per i pedoni e ciclisti che transitano nella zona». Segnalata anche problemi di sosta selvaggia in via Dogoli che costringe i pedoni a camminare in mezzo alla strada, la pericolosità del percorso ciclopedonale in via Piacenza. Il percorso da pedonale sarebbe stato trasformato in ciclabile con ostacoli di ogni tipo tra i quali anche i tavolini di una pizzeria lungo la carreggiata ciclabile. In via Diaz i residenti chiedono l’installazione di dissuasori di velocità. Dissuasori che erano presenti, ma che sono stati smantellati dalla giunta Bruttomesso. La via ora, secondo i residenti, sarebbe percorsa a velocità troppo elevate. Problemi anche per i parcheggi di via Senigalia e via Viviani soprattutto quando ci sono incontri sportivi. «Si sta pensando insieme alle società  sportive, –  a dirlo l’assessore alla Viabilità  Schiavini –  alla possibilità di realizzare parcheggi  mirati durante gli incontri sportivi». Segnalazioni anche per via Carlo Urbino dove un esercizio privato abuserebbe del suolo pubblico. Esercizio già richiamato dall’amministrazione, che però non ha trovato risposte in quanto la proprietà sarebbe per il momento irreperibile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti