Ultim'ora
Commenta

Patto civico per la Lombardia
nel comitato per le primare
anche il sindaco Stefania Bonaldi

C’è Stafania Bonaldi nel comitato del patto Civico per la Lombardia. Il sindaco di Crema, esponente del Pd, era uscita dalle urne al primo turno grazie a una forte esperienza di civismo, che ha anticipato di un anno quanto sta accadendo in Lombardia ora. Ed ora partecipa ha modo di trasmettere la sua esperienza in parterre che racchiude una serie di esperienze fondamentali per il centro sinistra lombardo.

“Sono soddisfatto del riconoscimento a Stefania e al lavoro fatto da tutti quelli che l’hanno sostenuta a Crema – afferma il segretario provinciale Pd Titta Magnoli -. L’apertura al civismo è stata una chiave importante delle elezioni cremasche ed ora diventa modello nella corsa regionale lombarda. Complimenti a Stefania”.

Il primo presidente della Regione Lombardia Piero Bassetti, il sociologo Nando Dalla Chiesa e la presidente onoraria dell’Internazionale socialista donne Pia Locatelli sono i primi tre dei nomi nell’organigramma del Comitato promotore del Patto Civico per la Lombardia, nuovo organismo chiamato a organizzare le primarie del centrosinistra per la scelta del candidato alla successione di Formigoni. Si tratterà di primarie allargate alla società civile, come chiesto dal penalista Umberto Ambrosoli.

Fanno parte del Comitato anche 11 amministratori locali tra i quali il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e 14 rappresentanti di associazioni, imprese e terzo settore. Il Comitato definirà le regole per le consultazioni del 15 dicembre. Saranno comunque validi anche i requisiti sino ad ora richiesti ed eventualmente conseguiti per la presentazione delle candidature.

Patto Civico per la Lombardia

Piero Bassetti
Nando Dalla Chiesa
Pia Locatelli

Stefania Bonaldi (Sindaco di Crema)
Daniele Bosone (Presidente della Provincia di Pavia)
Virginio Brivio  (Sindaco di Lecco)
Lorenzo Guerini (Sindaco di Lodi)
Mario Lucini (Sindaco di Como)
Alcide Molteni (Sindaco di Sondrio)
Alessandro Pastacci (Presidente della Provincia di Mantova)
Monica Pietropoli (Assessore a Novate Milanese)
Giuliano Pisapia (Sindaco di Milano)
Roberto Scanagatti (Sindaco di Monza)
Sara Valmaggi (Vicepresidente Consiglio regionale della Lombardia)

Luigi ArturoBianchi (Docente Universitario)
Lella Brambilla (Associazionismo del volontariato sociale)
Stefano Caserini (Esperto di questioni ambientali)
Luisella Fazzi (Associazionismo delle persone con disabilità)
Rosa Fioravante (Associazionismo studentesco)
Adriana Geppert (Rsu Alcatel-Lucent)
Maryan Ismail  (Esperta di immigrazione)
Loredana Leoni (Presidente Associazione Dirigenti scolastici Lombardia)
Gianna Martinengo (Associazionismo dell’imprenditoria femminile)
Gianni Mazzoleni (Associazionismo artigiano)
Manlio Milani (Presidente Assoc. Famiglie Vittime P.za della Loggia Brescia)
Emilio Molinari (Comitato per l’acqua pubblica)
Felice Romeo (Terzo Settore)
Sabina  Siniscalchi (Presidente Banca Etica)
Fausto  Tagliabue (Impresa sociale e formazione professionale)
Eleonora Voltolina (Portavoce “Repubblica degli Stagisti”)
Nicola Zanardi (Imprenditore e Consigliere Fondazione De André)

AMBROSOLI DOMANI ALLA FESTA DEL TORRONE DI CREMONA

La prima uscita pubblica di Umberto Ambrosoli, candidato alle primarie del centrosinistra in Lombardia, ha come sfondo la Festa del Torrone di Cremona. Domani, domenica 18 novembre, sarà in città. Alle ore 10.45 presso il Bar del Comune,Ambrosoli, accompagnato da alcuni sindaci della provincia e da altri sostenitori, terrà una conferenza stampa. E’ il primo appuntamento ufficiale del candidato sostenuto da movimenti civici e partiti (non solo di centrosinistra), figlio di Giorgio Ambrosoli, avvocato e commissario liquidatore della Banca Privata Italiana assassinato nel 1979.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti