Ultim'ora
7 Commenti

Giunta a San Carlo, più sicurezza
e attenzione al lavoro
le richieste dei cittadini

Nella foto, di repertorio, la giunta Bonaldi, quasi al completo il giorno dell’insediamento

La giunta comunale a San Carlo. Dopo i Sabbioni e Ombriano, il sindaco Stefania Bonaldi e la sua giunta al completo hanno incontrato gli abitanti del quartiere. Sala gremita e confronto aperto, tra amministrazione e residenti che hanno spiegato i problemi  e portato le loro richieste.

IL QUARTIERE

Necessità di avere aree recintate per i cani, soprattutto laddove giocano i bambini; migliorare la viabilità regolamentandola con semafori  (tra via Indipendenza, via Mercato, via Martiri di Belfiore) o creazione di sensi unici, come in via Nenni; richiesta di una farmacia o di un dispensario farmaceutico; riqualificazione delle aree abbandonate come quella di fronte a via Le Murie o  del cosiddetto ecomostro, edificio mai terminato all’incrocio tra via Cattaneo e via Indipendenza; accesso libero e gratuito ad Internet in biblioteca e nella città. Sindaco e assessori hanno chiarito gli ambiti su cui sarà possibile intervenire e quelli su cui, nell’immediato, non c’è spazio.

LA CRISI E IL LAVORO

Ma il maggiore problema, che non riguarda solo gli abitanti di San Carlo, riguardano la crisi e il lavoro e la preoccupazione per possibili rialzi dell’aliquota Imu. Il comune di Crema ha scelto di non alzare l’aliquota  sulla prima e la seconda casa –  ha rassicurato l’assessore al Bilancio Morena Saltini – sebbene ci fosse margine per farlo, come hanno fatto tanti altri Comuni». Per quanto riguarda il lavoro l’amministrazione ha intenzione di diventare il referente gestendo lo Sportello Unico ora in capo alla Camera di commercio

SICUREZZA

Diversi sono stati gli abitanti che hanno denunciato un certo degrado del quartiere  e  chiesto maggiori controlli, magari con telecamere di sicurezza. «Non siamo nel Bronx, ma sono numerosi i furti nei garage e gli episodi di microcriminalità. La chiusura degli esercizi commerciali ha impoverito la zona, aumentando l’isolamento». Il sindaco Bonaldi ha rassicurato: «Sebbene i dati sulla sicurezza in città ci rassicurino perché i reati sono in diminuzione, tuttavia siamo consapevoli di questi episodi che generano, a ragione, senso di insicurezza e timori tra i cittadini. Per questo abbiamo istituito la figura del vigile di quartiere che sarà  operativa dalle prossime settimane e che servirà da deterrente e punto di riferimento per tutti gli abitanti della zona»

© RIPRUDUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti