Cronaca
Commenta3

Violenza sessuale
sulla figlia, condannato
a sei anni e mezzo

E’ stato condannato a sei anni e mezzo di reclusione un egiziano accusato di violenza sessuale nei confronti della figlia, oggi maggiorenne, all’epoca dei fatti una ragazzina di 14 anni.  L’uomo, che resta in carcere, era stato arrestato lo scorso mese di giugno. Il processo si è svolto oggi a Crema e per la delicatezza dell’argomento è stato celebrato a porte chiuse. Per l’imputato, il pm Francesco Verderese aveva chiesto 10 anni. La difesa, rappresentata dall’avvocato Paolo Rossi, del foro di Cremona, ha annunciato che ricorrerà in appello. Il collegio si è riunito tre ore in camera di consiglio prima di decidere.  A dare il via all’inchiesta era stata la segnalazione giunta da una delle insegnanti della ragazza, che oggi è stata ascoltata come testimone. La professoressa, in servizio in un istituto di Crema, aveva notato anomalie nel comportamento della studentessa che successivamente si era confidata, confessandole gli orrori subiti. Fondamentali, ai fini dell’inchiesta, sono state le intercettazioni telefoniche.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti