Cronaca
Commenta

Aggredisce prostituta
e tenta di annegarla,
trentenne arrestato dai carabinieri

Un brasiliano di 30 anni residente a Bagnolo Cremasco è stato arrestato dai carabinieri per rapina e lesioni ai danni di una prostituta. L’aggressione è avvenuta lunedì 29 ottobre a Bagnolo Cremasco.

Il capitano Antonio Savino con i carabinieri di Bagnolo

L’episodio si è verificato verso le 15 nei pressi della Girandola, subito dopo che l’arrestato aveva contrattato la prestazione con la squillo, una romana di 19 anni. Al momento di pagare, il giovane ha minacciato la squillo di morte, cercando addirittura di affogarla, tenendole ripetutamente la testa sotto l’acqua di un fosso. Alla fine, dopo averle rubato la borsetta, il ragazzo è tornato in paese in bicicletta.

Una volta ripresasi, la vittima ha raggiunto la strada ed è riuscita a fermare un automobilista di passaggio. Subito dopo sono stati avvisati i carabinieri che hanno accompagnato la romena in caserma per essere sentita.

E’ bastato poco agli uomini del maresciallo Alessandro Ciaberna, per capire di chi si trattava. I militari hanno così atteso davanti alla porta di casa il brasiliano, che nel frattempo, con i soldi rubati alla prostituta, era andato a bere.

Al rientro a casa, in stato alterato dall’alcol, l’uomo, che alle spalle ha precedenti penali, anche specifici, è stato arrestato. Addosso aveva ancora gli abiti bagnati e sporchi di fango. Il giovane è stato condotto a Ca’ del Ferro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti