Sport
Commenta

Seconda sconfitta
per la Reima, battuta
3 a 0 a Bergamo

Seconda sconfitta in campionato per la Reima Crema, ancora incerottata dagli infortuni. La squadra di Vittorio Verderio monca in posto quattro causa le assenze forzate di Bonizzoni, Bigarelli e Silva, perde 3-0 sul campo della neocapolista Bergamo ma esce a testa e forse con qualche rimpianto di troppo. Il sestetto blues è quello di Cagliari con Morelli e Binaghi titolari. Primo set equilibrato: Corti e compagni rispondono agli avversari, alla fine devono cedere 25-23. Decisivo il contributo dell’opposto orobico Burbello è stato decisivo, alla fine i punti del giocatore scuola Sisley saranno 18. Nel secondo i blues, sostenuti dal tifo cremasco, presente al PalaNorda, restano in partita e battagliano contro Bergamo sino al 24-24. Due errori cremaschi in attacco consegnano il set alla Caloni ai vantaggi. Capitan Egeste e soci partono bene anche nel terzo parziale, ma vengono raggiunti e superati dai padroni di casa che alla fine chiudono sul 25-20. Nonostante le gravi e note assenze, la squadra di Verderio è scesa in campo con una atteggiamento diverso rispetto alla gara di Cagliari, sicuramente vincere un set era ampiamente alla portata. Sul fronte degli infortuni, Bonizzoni è sulla via della guarigione, lo staff medico ne valuterà le condizioni per un eventuale rientro in campo domenica contro Cantù. Invece Bigarelli domani sarà operato in artroscopia per rimuovere il frammento di cartilagine staccatosi nella gara contro Iglesias. Riguardo il giocatore modenese sono stati valutati intorno ai quindici giorni. Nel prossimo turno la Reima tornerà al PalaBertoni ed affronterà Cantù, seconda in classifica, a puri punteggio con Genova e Milano. Obiettivo primario lasciare alle spalle un periodo poco felice e ritornare a vincere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti