Cronaca
Commenta1

Dna dal cappuccio
su un pick up rubato,
individuato il colpevole

Dalle tracce di Dna trovate su un pick-up rubato e dalle analisi effettuate dal Ris di Parma, i carabinieri sono riusciti ad individuare l’autore di un furto di un pick up rubato nel gennaio del 2011 ad un agricoltore di Agnadello. Nei guai è finito un pregiudicato albanese di 24 anni, disoccupato, che ora è stato denunciato. Due giorni dopo il furto i militari avevano trovato l’autocarro parcheggiato in una zona di Rivolta. In quell’occasione avevano preso avvio i rilevamenti alla ricerca di tracce utili all’identificazione degli autori. Durante le indagini è emerso che il materiale biologico estratto dal Ris da un cappuccio di lana rinvenuto nell’abitacolo e da macchie di sudore appartiene al  pregiudicato albanese che all’epoca abitava a Rivolta d’Adda. Arrestato dai carabinieri di Crema nel maggio successivo per altri fatti (era stato trovato a bordo di una Citroen C3 nera rubata a Massalengo, in provincia di Lodi), non è più tornato a Rivolta. Ora pare risieda in provincia di Milano. Raccolti sufficienti indizi di responsabilità, l’albanese è stato nuovamente denunciato per la ricettazione o il furto del furgone rubato all’agricoltore di Agnadello.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti