Commenta

Protesta dei Grillini:
«Incredibile, Scs Servizi Locali
da mesi senza guida»

Scs Servizi Locali torna al centro della discussione. A riportare l’attenzione sulla Società Cremasca Servizi, è il Movimento 5 Stelle che si chiede il motivo per cui il sindaco Stefania Bonaldi non abbia ancora nominato i nuovi vertici o l’amministratore unico della Società.

«E’ incredibile” – esordisce Danilo Toninelli, portavoce del Movimento 5 Stelle Cremasco – non riusciamo a capire come sia possibile che un’ azienda come la SCS Servizi Locali, società partecipata dal Comune di Crema, con i vertici dimissionari,  possa restare con un CdA vacante per più di un mese» «Non riusciamo a comprendere – prosegue Toninelli –  i motivi per cui il Comune di Crema non intervenga decisamente e lasci che una sua società partecipata, che si occupa di attività non di secondo piano per la vita dei Cittadini Cremaschi, come pubblica illuminazione e semafori, costruzioni, parcheggi, manutenzioni impiantistiche e gestione degli impianti sportivi, venga lasciata senza guida». I Grillini ricordano che il bilancio della società ha chiuso in “rosso” con una perdita di ben 437mila euro nel 2011, mentre per quanto riguarda il 2012 non si hanno notizie.

«Per questi motivi Alessandro Boldi, membro del Movimento locale nonché Presidente della Commissione Consiliare di Garanzia, ha posto in cima alle priorità della Commissione che presiede un’audizione con i vertici della Scs Servizi Locali. Boldi ha chiesto di convocare i suoi amministratori per chiarire alcuni aspetti preoccupanti: la società è fortemente indebitata e il 2011 ha visto una pesante riduzione del fatturato, emersi dall’ analisi del bilancio 2011. Purtroppo pare che l’audizione sia una cosa impossibile da fare proprio perché i vertici sono dimissionari». «E’ assurdo, – continua Toninelli, – il Cda è dimissionario e lo si sapeva già da luglio; non era una cosa imprevista. Perché non si è ancora provveduto? Per quanto ancora, per beghe puramente politiche, questa società rimarrà in balia degli eventi? Per quanto ancora dovremo aspettare che qualcuno ci spieghi cosa è successo nel 2012 e quali sono le strategie disegnate dalla proprietà per dare solidità e continuità alla società per garantirgli un futuro?».

I rappresentanti del Movimento di Beppe Grillo si chiedono «quanto Scrp che detiene il 65% delle società e Cremasca Servizi che detiene il 35% ed è controllata al 100% dal Comune di Crema, sceglieranno i nuovi vertici?  E ancora: quando la Commissione Consiliare potrà finalmente svolgere il proprio ruolo di Garanzia e convocare i nuovi amministratori ai quali sottoporre i non pochi quesiti sulla gestione attuale e sul futuro di Scs Servizi Locali? Attendiamo fiduciosi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti