Politica
Commenta

Formigoni, linea dura della Lega
“Basta, si voti ad aprile”
Il Celeste: no a una giunta a tempo

Niente Formigoni bis fino al 2015 ma «un unico election-day ad aprile 2013», per le politiche e le regionali, dopo aver approvato la legge elettorale regionale e quella di bilancio entro dicembre. Il Consiglio federale della Lega Nord, riunito nella sede milanese di via Bellerio non fa sconti al governatore della Lombardia, dopo l’intesa raggiunta a Roma giovedì con il Pdl sul destino della giunta lombarda. Ed ancora: tutti i consiglieri regionali lombardi rinviati a giudizio devono dimettersi dal loro mandato «immediatamente». Inoltre  ”Il consiglio federale – si legge in una nota diffusa al termine dell’incontro – ha dato mandato al segretario federale Roberto Maroni e al leader della Lega lombarda Matteo Salvini di gestire la questione della crisi della Regione Lombardia sia per quanto riguarda il nuovo assetto regionale che per la durata della legislatura regionale”.

E proprio stamattina il presidente della Lombardia ha detto di essere pregiudizialmente contrario ad una giunta “a tempo” creata per durare solo qualche mese e non fino alla fine della legislatura. “Certamente, le giunte nascono per eseguire un programma e questo vale per tutta la legislatura”. Il suo giudizio su un eventuale appoggio esterno della Lega è che sarebbe “sbagliato” e infatti non lo accetterebbe.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti