Cronaca
Commenta3

Alla scuola materna con l’IPad,
laboratorio promosso
dagli “Amici del Montessori”

L’IPad arriva nelle scuole E più precisamente nella scuola dell’Infanzia “Iside Franceschini”. Il tutto grazie ad un progetto portato avanti dall’associazione “Amici del Montossori”, che è riuscita ad ottenere 10mila euro dalla Regione Lombardia per finanziare l’iniziativa, che ha un costo totale di 17mila euro.

Si tratta di un progetto pilota, un laboratorio itinerante che utilizza le nuove tecnologie, per superare le barriere, realizzato con l’appoggio del comune e dell’Università degli studi di Milano, che partirà dalla scuola dell’Infanzia il prossimo mese e avrà la durata di un anno, coinvolgendo tutti i bambini, compresi quelli diversamente abili. L’idea è poi di estenderlo anche alle scuole primarie.

«L’uso dell’IPad come sussidio alla didattica mira a facilitare l’apprendimento, l’atonomia, la creatività e lo sviluppo delle competenze del bambino dai tre ai sei anni. Inoltre servirà a coinvolgere i bambini disabili con mezzi che favoriscono il superamento delle barriere», ha spiegato la presidente dell’associazione Selene Garraffo.

Soddisfatti per la buona riuscita del progetto e per l’importanza che riveste il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi e il vice-presidente del consiglio comunale, Antonio Agazzi.

Ora presso l’Università inizieranno i corsi per i docenti per poi da novembre dare avvio al progetto coinvolgendo man mano i piccoli studenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti