Commenta

Progetto Stalloni, impazza il confronto:
sì dal Terzo Settore,
no da Rifondazione

La proposta della giunta Bonaldi di riqualificazione dell’area degli Stalloni sta facendo discutere in città. Tra favorevoli e contrari il dibattito è più che aperto.

Da un lato Rifondazione Comunista che si dice contraria al progetto che rischia di creare un’altra frattura all’interno della maggioranza di Stefania Bonaldi, e dall’altro il forum del Terzo Settore, che condivide la scelta della giunta che insieme all’Asl e attraverso la partecipazione al bando “Piano Nazionale per le città”.

Un progetto da 12milioni di euro totali, dei quali 4milioni a carico del Comune, quattro dell’Asl e i restanti da reperire attraverso il bando.

Soddisfatte le associazioni del Forum Territoriale del Terzo Settore di Crema e Cremasco, che ringraziano la giunta per «l’attenzione dimostrata verso la richiesta, da alcuni anni portata avanti con convinzione dal Forum del Terzo Settore, di riservare uno spazio (600 metri quadri)  alle Associazioni per la realizzazione della “Casa del Volontariato. Il coinvolgimento delle Istituzioni Pubbliche fanno, a nostro avviso, ben sperare sulla realizzazione di questo importante intervento in tempi ragionevoli. Il Forum del Terzo Settore e le Associazioni ad essa aderenti continueranno a seguire con attenzione tutto l’iter del progetto fino alla sua realizzazione finale dichiarandosi disponibili ad un costruttivo confronto». Questo il pensiero espresso dal Forum attraverso un comunicato.

Ma cosa ne pensano i cittadini del progetto? Che l’argomento interessi è indubbio, visti gli oltre 50 commenti tra pagina Facebook e sito di Cremaoggi.it La “platea” dei cittadini si divide tra coloro che sposano a pieno la scelta e chi invece teme che possa esserci speculazione edilizia.

«Mi sembra molto bello questo progetto, tiene insieme molte cose e, se potrà ottenere il finanziamento e quindi sarà realizzato, potrebbe diventare un vero fiore all’occhiello della Giunta Bonaldi, in piena coerenza tra l’altro con il programma elettorale. Certo qualcuno potrà preferire il progetto dell’Amministrazione precedente che aveva solo una finalità turistico-commerciale (a me quel progetto sembrava solo una speculazione con quell’albergo a 4 stelle), ma negare che il progetto sia molto interessante è da pazzi», scrive Roberto.

«Da quello che si legge mi sembra un progetto ben fatto, poi vedremo se sarà realizzabile (senza i fondi del ministero credo che il progetto non starebbe in piedi). Staremo a vedere»,  aggiunge Ale.

Ma non mancano i contrari. «Le manie di grandezza di certi amministratori che senza soldi in periodo di crisi nera vogliono apparire sui giornali! Irrealizzabile perche’ troppo costose! Riparino le buche sulle vie cittadine». Questa l’opinione di Carla. Tra i cittadini c’è anche chi teme che al posto del polmone verde possa arrivare una colata di cemento.

A tranquillizzarli ci pensa sulla pagina Facebook Agostino Alloni, consigliere comunale di maggioranza. «Cemento? Non è previsto nel progetto (preliminare…) nessun metro cubo di nuova costruzione! Neanche uno! Risanamento di quello che c’è e un piano di parcheggi sotto terra per mantenere il verde sopra. E poi Cre, Museo, Case per chi deve rimanere in centro, Stalloni aperti alla città che faranno da cerniera tra la parte antica e Crema-Nuova, servizi asl e Ospedale. Dimenticavo: spazi da dare in gestione alle associazioni di volontariato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti