Ultim'ora
19 Commenti

Ancora polemiche sul taglio dell’acqua
e spuntano gli stipendi dei dirigenti
dell’Ospedale cremasco

La polemica sul taglio dell’acqua all’ospedale impazza, e mentre Franco Bordo di Sel e Cesare Forte dell’Idv hanno trascorso le prime 24 ore in sciopero della sete, il consigliere comunele di Sel, Emanuele Coti Zelati, ha diffuso su Facebook lo stipendio annuo del direttore generale dell’Ospedale Maggiore di Crema, Luigi Ablondi: 183mila 649,99 euro lordi l’anno. Un dato pubblicato qualche giorno fa sul sito dell’Ospedale, insieme a tutti i dati relativi ai medici dirigenti di reparto. Coti Zelati invita tutti i cittadini a scrivere al direttore generale chiedendo di rivalutare la sua posizione tornando a dare l’acqua gratuitamente ai degenti durante i pasti.

Tornando alle retribuzioni dei dirigenti dell’Ospedale, sono 146.919,98 gli euro annui lordi per il direttore sanitario Frida Fagandini e per quello amministrativo Roberto Savazza. Retribuzione base per i medici dei vari reparti “ferma” a 43.310,93, ai quali si aggiungono varie voci, che fanno lievitare lo stipendio.

Il “Paperone” dei medici cremaschi risulta essere Alessandro Zambelli diregente di Gatroenterologia con 145,477,84 euro seguito da Agostino Dossena dirigente della struttura complessa di anestesia e rianimazione con 140.853,88 euro lordi annui e da Alberto Chiara dirigente di pediatria con 132.350,78 euro. A ruota con 128.746,95 euro Giampaolo Benelli, dirigente di rediodiagnostica, e dal dirigente di psichiatria Claudio Maria Maffini con  127.933,94 euro.

Ma tra i medici c’è anche chi si ferma alla retribuzione base. E’ il caso di Pier Giorgio Villani medico del reparto di anestesia e rianimazione, Elisa Orlandelli di chirugia vascolare, Daniela Messina di pediatria, Francesco Migliaccio di anestesia e rianimazione, Emanuele Nadir del reparto malattie infettive, Angela Famondea di pediatria, Sergio Defendi di rianimazione e anestesia. Queste le retribuzioni dei medici dell’Ospedale Maggiore reperibili sul sito www.hcrema.it.

Intanto, oggi (lunedì) a mezzogiorno, sindacati e dirigenza si incontreranno ancora per discutere della questione dell’acqua ai degenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti