Commenta

La forestale sequestra
cuccioli, commerciante
cremasco indagato

Un commerciante di 63 anni, L.G., originario di Camisano Cremasco, è indagato per l’ipotesi di “traffico illecito di animali da compagnia”. Nel suo negozio di animali di un paese dell’Alto Lodigiano gli uomini del Corpo forestale dello Stato hanno sequestrato una decina di cuccioli di cani di diverse razze. Al 63enne è stato contestato il fatto di aver “ceduto o ricevuto” animali introdotti nel territorio nazionale privi di sistemi per l’identificazione individuale o delle necessarie certificazioni sanitarie o di passaporto individuale, ove richiesto. La legge prevede la reclusione da tre mesi a un anno e la multa da 3mila a 15mila euro. La Forestale è arrivata al commerciante dell’Alto Lodigiano, la cui impresa risulta al momento inattiva, nell’ambito di controlli a nel campo del commercio di animali domestici. La principale contestazione sembra essere relativa a irregolarità nella gestione dei chip sottocutanei che identificano gli animali: si sospetta che vi possano essere stati degli interventi di sostituzione, o comunque difformità nella gestione dei dati. I cuccioli sono stati trasferiti in un canile indicato dalla magistratura in attesa che i fatti vengano chiariti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti