Politica
Commenta13

PalaBertoni, Bonaldi
risponde alle critiche:
“Non sostenibile per costi e tempi”

Il sindaco di Crema Stefania Bonaldi è intervenuta sui mancati lavori al Palazzetto Bertoni, rispondendo alla nota del coordinamento cittadino del Pdl pubblicata oggi dagli organi di informazione locali. “Ribadisco”, ha detto il sindaco, “che l’operazione è stata gestita nella massima trasparenza sin dai primi contatti con la società CremaVolley a seguito della promozione nella massima serie del campionato di pallavolo. Abbiamo espresso sin dall’inizio piena collaborazione alla società sportiva per cercare di garantire lo svolgimento delle gare casalinghe nel Palazzetto, ma da subito abbiamo anche chiarito che la  compartecipazione del Comune a tale operazione non poteva essere superiore al tetto fissato di 120mila euro, importo oltretutto erogato nell’arco di 5 anni, per consentire al bilancio comunale di recepire tale impegno”. “Tutto ciò”, ha spiegato la Bonaldi, “è stato deliberato dalla Giunta (e quindi è una decisione
pubblica) a fine luglio e dalla sottoscritta presentato ai capigruppo consiliari, quindi tutte le forze politiche ne avevano piena conoscenza e nessuna ha eccepito alcunché. Non appena è stato chiaro che l’operazione non era sostenibile né da un punto di vista economico né dal punto di vista del rispetto della tempistica dei lavori per tutte le attività dell’impianto, è stata assunta la decisione di sospendere il progetto ed è stato emanato un comunicato-stampa, d’intesa con la società sportiva, per informare l’opinione pubblica, assumendosi la responsabilità di tale decisione anche a fronte delle critiche che, come era prevedibile, sarebbero conseguite”. “Ribadisco infine”, ha concluso, “che questa vicenda non scalfisce l’intenzione di continuare a collaborare con i privati, pur perseguendo  sempre e solo l’interesse collettivo, come unica modalità attualmente possibile per studiare progettualità di sviluppo degli impianti sportivi (e non solo). D’altro canto confermo che la trasparenza verso i cittadini può anche fare emergere problemi o difficoltà, ma rimane un dovere essenziale di un’azione amministrativa seria e corretta che i cittadini richiedono con forza, forse anche per non averla trovata in passato”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti