Cronaca
Commenta

Agente di commercio
nei guai, non restituisce
l’auto a noleggio

Intensificati dai carabinieri i controlli stradali in territorio cremasco. Tra le denunce, anche quella di un agente di commercio di 49 anni di Lodi finito nei guai per il reato di appropriazione indebita. L’auto che guidava in via Capergnanica a Crema l’aveva noleggiata a luglio ad Aosta e non l’aveva più restituita. L’auto, un’Alfa Romeo Mito, è stata recuperata e riconsegnata all’agenzia.

Altri interventi: i militari di Bagnolo, ad un posto di controllo a Chieve, hanno sorpreso un operaio romeno di 26 anni di Bolgare, in provincia di Bergamo, alla guida di un grosso monovolume Ford Galaxy con targhe bulgare false. Il giovane ha mostrato anche documenti falsi. Il numero di telaio del veicolo ha rivelato che era stato immatricolato in Italia ed intestato ad un suo connazionale 54anne di Corropoli, in provincia di Teramo. L’auto, visto l’uso delle targhe false, è stata considerata clandestina. Macchina, documenti di circolazione e targhe bulgari sono stati sequestrati, mentre il 26enne è stato denunciato per uso di targa falsa, uso di documento falso e distruzione di atti veri. I militari stanno svolgendo indagini per verificare il ruolo e le responsabilità del legittimo proprietario che può aver ceduto dietro compenso il veicolo.

Nel corso dei controlli i carabinieri hanno denunciato un mungitore indiano di 53 anni residente a Mulazzano ritenuto responsabile di porto di oggetti atti ad offendere. A Spino d’Adda, a bordo della sua Jaguar Xtires, è stato trovato in possesso di una mazza da baseball di legno di 70 centimetri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti