Cronaca
Commenta1

Pazienti senz’acqua, ci pensa Sel:
bottigliette gratis
ai parenti dei degenti

Una bottiglietta d’acqua ad ogni persona che entra i ospedale per far visita a un parente o un amico. Questa l’iniziativa di Sinistra Ecologia e Libertà che domenica mattina sarà di fronte all’ospedale Maggiore di Crema con questa sorta di “protesta della bottiglietta d’acqua”. I rappresentanti di Sel che fin da subito si sono mobilitati con interrogazioni sia a Crema che in Regione, puntano il dito contro il direttore generale dell’azienda Luigi Ablondi.

«Il Direttore Generale Luigi Ablondi difende questa scelta unanimamente ritenuta sciocca, inumana e deprecabile minacciando il licenziamento di quattro persone addette alla sanificazione e pulizia delle posate metalliche. Al di là della minaccia in stile “padrone della ferriera”, – incalza il coordinatore provinciale di Sel, Gabriele Piazzoni –  vogliamo segnalare che da diversi mesi in quasi tutto i reparti dell’ospedale la posateria usata dai degenti è di plastica e la posateria metallica circola molto limitatamente, quindi o Ablondi fa minacce a vuoto o peggio ancora non conosce le reali spese ed il funzionamento dell’ospedale da lui amministrato e in questo caso si può veramente parlare di spese fuori controllo».

E così Sel sarà in prima fila domenica mattina dalle 10 alle 12 di fronte all’Ospedale Maggiore per sensibilizzare l’opinione pubblica contro i tagli di acqua e alimenti agli ammalati.

E in campo contro la scelta di Ablondi scende anche il Forum del Terzo Settore, che con Giuseppe Strepparola, critica pesantemente la scelta del direttore generale, ricordando che il tagli colpiscono sempre le persone più deboli e in questo caso i pazienti. Anche il Forum del terzo settore chiede al direttore generale Ablondi un passo indietro-

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti