Cronaca
Commenta1

Consumano panini e non pagano,
rissa con i venditore,
tre denunciati

Spuntino notturno con rissa a Madignano. Erano circa le 23 di sabato quando una telefonata segnalava ai carabinieri di Crema una rissa in atto vicino al distributore di benzina di Madignano.

Alla prima telefonata, interrotta bruscamente, ne seguiva un’altra nella quale un uomo segnalava di essere stato aggredito dopo aver preso un panino presso l’ambulante che staziona al fianco del distributore. In pratica secondo quanto riferito ai carabinieri l’ambulante alla richiesta di poter pagare con un bancomat, sarebbe andato su tutte le furie, in quanto i due clienti non avevano soldi contanti e quindi erano impossibilitati a pagare, se non con la carta, quello che avevano consumato. Da qui la lite violente, durante la quale l’ambulante avrebbe, con una mazza da baseball rotto il lunotto dell’auto dei due, che avrebbero reagito con insulti impugnando una chiave inglese. Solo il sopraggiungere dei militari di Crema e Romanengo, e la presenza di passanti, avrebbe evitato il peggio.

Condotti in caserma, il gestore del camioncino, un 58enne,  è stato trovato in possesso di oggetti atti ad offendere: una mazza da baseball ed un coltello, mentre i due avventori venivano identificati. Si tratta di due pregiudicati disoccupati, M.Z. 29enne di Castelvetro Piacentino e S.L. 27enne di Chieve, che ben sapendo che l’ambulante non era in condizione di accettare altre forme di pagamenti, consumavano panini pretendendo di andare via senza corrispondere il prezzo.

Sembra che i due clienti si siano affiancati al furgone dell’ambulante e dopo aver consumato panini abbiano tentato di fuggire senza pagarli. L’ambulante reagiva, tentado di recuperare il corrispettivo, prima minacciando con un coltello, poi colpendo con una mazza da baseball, rompendo il lunotto dell’utilitaria costringendo i fuggiaschi, quello alla guida impugnando una chiave inglese, ad affrontarlo. Per il tempestivo intervento e forse per la presenza di passanti, si sono fermati alle minacce ed alle ingiurie e non si sono colpiti. I tre sono stati denunciati e gli oggetti in loro possesso sequestrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti