Cronaca
Commenta30

Plateatico di piazza Duomo:
le regole vanno cambiate,
i cittadini sono d’accordo.

Plateatico, l’idea di rivedere il prossimo anno le regole avanzata dal sindaco Stefania Bonaldi piace ai cremaschi. Molti i commenti dei cittadini stanchi di vedere l’intera piazza occupata dai tavolini dei bar che ultimamente son aumentati per via di una concessione in più arrivata in settimana con una delibera di giunta che ha rilasciato il permesso a un nuovo locale di occupare il suolo di piazza Duomo.

Un plateatico comunque per ragioni di spazio inferiore rispetto gli altri che hanno a disposizione 97 metri quadrati ciascuno, fatto salvo di un altro locale che ha una metratura inferiore per questioni di viabilità.
Accolta favorevolmente dai cittadini la proposta che insistentemente chiedono più spazi liberi e più panchine per poter godere della piazza senza essere costretti a sedersi ad un bar e consumare. “Per ammirare la nostra piazza ci si deve sedere ad un tavolino e spendere 5 euro, oppure per terra sui gradini del Duomo. La piazza e’di tutti, non è possibile che i baristi abbia o il diritto di occuparne più della metà e i pedoni e ciclisti che passeggiano si debbano scontrare per passare”, commenta un cittadino.

“La situazione è scandalosa: una piazza pubblica ad uso privato e guai a fermarsi a chiacchierare davanti I tavolini: si viene invitati a spostarsi”, dice un altro. “Più panchine e meno tavolini. Le piazze sono fatte per essere vissute, non solo per consumare l’aperitivo al bar”.

Questi solo alcuni dei commenti che ribadiscono il sentire dei cittadini che vorrebbero avere maggiori spazi e possibilità di fermarsi nella piazza centrale della città senza essere obbligati a consumare. Un primo passo è stato fatto anche con la posa di alcune panchine, che secondo quando affermato dall’assessore Fabio Bergamaschi, dovrebbero essere parte di un progetto più ampio per restituire il centro città ai cittadini.
In settimana il sindaco Bonaldi incontrerà i gestori dei locali di piazza Duomo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti