Commenta

Armati di pistola rapinano due studenti
in stazione a Treviglio,
Denunciati i responsabili

Brutta avventura e tanto spavento per due fratelli di Agnadello rapinati a Treviglio.I due giovani studenti: 18 anni il più grande e 15 l’altro, l’altra sera si trovano nei pressi della stazione ferroviaria di Treviglio in attesa del bus che li avrebbe ricondotti a Agnadello.

Chissà quante volte i due studenti avevano atteso l’autobus lì e mai avrebbero immaginato di essere minacciati con una pistola. E, invece, l’altra sera uno sconosciuto si è avvicinato e minacciandoli con una pistola tenuta all’interno della cintura ha intimano ai due di consegnargli quello che avevano.

L’aggressore ha così ottenuto il portafoglio del minorenne contenente 20 euro. Un misero bottino che però ha accontentato il malvivente, che, raggiunto lo scopo di derubare i due giovani, si è allontanato a piedi accompagnato da un complice, facendo perdere le sue tracce.

A quel punto i due ragazzi sono tornati a casa e si sono recati  dai carabinieri di Rivolta d’Adda per raccontare la brutta avventura e denunciare il fatto, specificando che si trattava di un uomo presumibilmente di origine maghrebina. Le indagini sono subito partite e in meno di 48 ore i carabinieri hanno individuato e denunciato i colpevoli.

Si tratta di N. B., 21enne residente a Calvenzano e domiciliato Caravaggio, saltuariamente dipendente di una cooperativa per le pulizie di Turano, e di  J. A., 18enne residente a Vailate, incensurato, da poco licenziato da un’impresa metallurgica di Aosta. I due identificati anche grazie a delle fotografie.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti