Commenta

Tortellata a Ferragosto, tutto esaurito
piazza gremita tra cibo e musica
i volontari: “Non poteva andar meglio”

Non c’è Ferragosto senza tortelli. Crema si dimostra ancora una volta fedele alla tradizione, e in barba alla crisi segna il tutto esaurito per la serata clou dedicata alla specialità cremasca per eccellenza.

350 CHILI DI TORTELLI CUCINATI PER OLTRE 2 MILA PERSONE

In una sola giornata sono stati cucinati oltre 350 chili di tortelli cremaschi, 120 chili a pranzo e ben 240 chili a cena, il doppio, senza contare i vassoi venduti a crudo. A pranzo solo 150 stoici hanno optato per una mangiata in piazza occupando i pochi posti allestiti all’ombra dell’edificio delle scuola media Valiati; con il caldo va di moda anche la formula take-away, vaschette di manicaretti bollenti pronti da essere consumati fra le fresche mura di casa. Piazza pulita anche di salumi e formaggi nostrani, spesso valida alternativa per chi non ama la dolce pasta ripiena cremasca; primo fra tutti il Salva con le tighe, seguono prosciutto e salame, adatti alla stagione calda.

TUTTI A CENA IN PIAZZA

A cena una vera e propria invasione di cremaschi e turisti ha gremito piazza Aldo Moro occupando tutti i 1100 posti allestiti dall’organizzazione e colonizzando marciapiedi e angoli liberi con tavolini e sedie di fortuna per non lasciare nessuno in piedi. I fornelli si sono spenti solo dopo le 22 di ieri sera, mentre il popolo del tortello stava già gustando caffè e spettacolo con l’esibizione sul palco di Moreno il Biondo&Orchestra, portavoce dell’orchestra di Raoul Casadei degli anni ’90.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti