Cronaca
Commenta

Crisi all’Alternativa,
l’appello di Sel:
«Intervenire subito»

Cooperativa l’Alternativa, il comune deve intervenire: subito. A lanciare l’appello dopo l’allarme arrivato in questi giorni dai dipendenti, accolto subito sia dal sindaco Stefania Bonaldi che dal presidente di Comunità sociale cremasco, Luciano Capetti, è ora il consigliere comunale di Sinistra, ecologia e libertà, Emanuele Coti Zelati, che sta seguendo con attenzione la vicenda.

«La cooperativa costituisce un importante attore nell’attuazione delle politiche occupazionali locali anche per l’insostituibile ruolo che svolge rispetto alle cosiddette fasce  deboli della popolazione. Per la maggioranza dei soci  dell’Alternativa il lavoro presso quella realtà é anche un luogo di incontro, di relazione e di costruzione o ricostruzione della propria identità sociale e personale: in questo senso pochissime altre sono le realtà in cui le funzioni di integrazione, di promozione e di creazione di valore del lavoro trovano una sintesi come quella che si può riscontrare presso l’Alternativa, spiega il consigliere di Sel.

E proprio per l’importanza sociale che la cooperativa con sede nella zona industriale di Santa Maria che si occupa di inserimento lavorativo di persona a rischio emarginazione, oltre che di facchinaggio, di tinteggiatura, di confezionamento, Coti Zelati chiede all’amministrazione di calendarizzare quanto prima una serie di incontri affinché «si possano mettere in atto tutti i possibili interventi per salvaguardare la cooperativa e i suoi soci. Non si tratta di un atto di “buonismo” ma di doverosa azione verso chi svolge un ruolo non solo economico ma anche sociale, sottolineando come, anche in questo caso, il parametro squisitamente quantitativo e monetario non restituisce il valore autentico dell’azione svolta».

La cooperativa che occupa oltre 150 persone delle quali 60 diversamente abili, rischia di chiudere i battenti o comunque di dover dimezzare il personale a causa della crisi economica che non ha risparmiato nessuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti