Commenta

Controlli, interventi e denunce:
continua l’attività dei Carabinieri
su tutto il territorio cremasco

MINACCE A MANO ARMATA

Verso le 20 di ieri sera l’uomo ha chiamato i Carabinieri, che giunti a Spino d’Adda hanno iniziato le ricerche; poco più tardi i militari hanno intercettato un’auto con a bordo i tre uomini, due italiani e un egiziano residenti nel milanese. A bordo della vettura è stato trovato un grosso coltello da cucina, lo stesso segnalato dallo spinese minacciato poco prima. L’arma è stata sequestrata, e i tre sono stati identificati e denunciati alla Procura perché responsabili di minaccia aggravata e porto d’armi ingiustificato. Pare che si trattasse di una “spedizione punitiva” nata da contrasti avvenuti in precedenza tra uno degli aggressori e la vittima, forse per motivi di gelosia.

DENUNCE SULLE STRADE

Continuano i controlli a tappeto sulle strade del territorio da parte dei Carabinieri, che hanno formalizzato due denunce a piede libero. Il primo caso riguarda un operaio di 39 anni residente a Vignate, trovato al volante sotto l’effetto di stupefacenti, risultato positivo all’esame tossicologico eseguito lo scorso 20 luglio a Spino d’Adda. Con sé aveva una dose di hashish per uso personale, subito confiscata; sono seguiti il sequestro dell’automobile e il ritiro immediato della patente di guida. Il secondo è uno spinese di 60 anni ritenuto responsabile di ricettazione. Durante la scorsa notte l’uomo è stato sorpreso a bordo di un motorino Piaggio che risulta rubato nel dicembre 1998 ad un 75enne di Concesio, legittimo proprietario, cui i carabinieri hanno già restituito il mezzo.

COPPIA DI LADRI A SPINO D’ADDA

Denunciata a piede libero una coppia di ladri responsabili di un furto avvenuto a Rivolta d’Adda. I due,un bulgaro di vent’anni e un’italiana di 24, sono entrati nell’abitazione di un operaio 50enne del paese dove hanno sottratto 4 mila euro in contanti e gioielli, per un valore complessivo di 15 mila euro. La denuncia risale allo scorso 19 luglio; la refurtiva, recuperata in parte, è stata restituita al legittimo proprietario.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti