Commenta

Bambino rischia
di essere investito,
ripicche tra vicini

Alla guida del suo furgone Renault, un 43enne residente a Romanengo ha messo a repentaglio la vita di alcuni bambini di età compresa tra gli otto ed i 12 anni che stavano giocando nel parco. Con una manovra spericolata, l’uomo, che aveva a bordo i suoi genitori, ha rischiato seriamente di investire uno dei quattro ragazzini. La segnalazione ai carabinieri di Romanengo è arrivata alle 21,15 del 24 luglio nei pressi del parco pubblico attrezzato di via Togliatti. Era infatti in corso una lite tra vicini di casa residenti in via Soresina, in tutto una trentina di persone, che avrebbe potuto degenerare. In più è scattato anche l’allarme per la manovra azzardata del conducente del furgone. I carabinieri hanno accertato che la persona che era alla guida del mezzo e i suoi genitori, tutti residenti nei pressi, da diverso tempo si lamenta del latrare dei cani dalle villette a schiera lungo la strada e soprattutto del vociare dei bambini che in particolar modo d’estate si trattengono nel parco. Le lamentele sono già arrivate al sindaco di Romanengo che ha avviato accertamenti tramite la polizia locale ed ha disciplinato l’uso degli spazi pubblici. Nulla di più, visto che nessuno ha commesso violazioni o alcun tipo di reato. Si andrà quindi a querela di parte. Per il bambino che ha rischiato di essere investito solo tanta paura. Secondo quanto riferito, il furgone non si sarebbe fermato all’altezza del proprio varco ma avrebbe proseguito fino al parco dove avrebbe effettuato la svolta pericolosa allo scopo di spaventare i bambini. Sull’episodio sono in corso accertamenti da parte dei carabinieri, che intanto hanno ammonito i residenti, invitati al reciproco rispetto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti