Cronaca
Commenta

Cercano evaso, trovano spacciatrice
i carabinieri arrestano una pandinese
in casa aveva 576 grammi di droga e 340€

Cercano un evaso e trovano una giovane spacciatrice. Si tratta di S.G., ventottenne disoccupata residente a Pandino, trovata in possesso di oltre 500 grammi di stupefacenti e arrestata in mattinata dai carabinieri del nucleo operativo di Crema e di Pandino. La droga apparteneva a M.L., ventottenne di San Giuliano Milanese che lo scorso 20 luglio era evaso dal Palazzo di Giustizia di Lodi, dov’era chiamato a rispondere per spaccio di stupefacenti. Al termine dell’udienza l’uomo era riuscito a darsi alla fuga attraverso una scala interna, per poi attraversare a nuoto l’Adda e far perdere le proprie tracce. Nel corso delle indagini i militari hanno rintracciato il cugino, un minorenne residente a Torino e arrestato lo scorso 4 aprile a Rogoredo per spaccio, quando alla vista dei carabinieri del luogo ha tentato di darsi alla fuga schiantandosi sulle auto in sosta. A bordo della Citroen rubata erano stati trovati 34 grammi di eroina e 2 di cocaina, che sono bastati a condurlo al carcere minorile. Il ragazzo era riuscito a consegnare alla giovane pandinese una mappa tracciata a mano che ritrae la periferia di Rogoredo e la zona a ridosso dei binari dove era stata nascosta la droga da recuperare. Operazione riuscita, ma presto scoperta: i carabinieri hanno fatto visita presso l’abitazione della giovane dove hanno trovato un involto contenente 576,8 grammi di eroina, alcune dosi di cocaina e il materiale per confezionarle, oltre a 340 euro in contanti e i telefoni cellulari usati per gli scambi di stupefacenti. Dopo l’arresto la donna è stata portata in cella di sicurezza presso la caserma cremasca in attesa del processo per direttissima, ma in seguito a ripetuti malori causati dall’abuso di stupefacenti è stata trasportata all’Ospedale Maggiore, dove si trova tuttora in osservazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti