Commenta

Quaranta cremaschi in visita a Cavezzo
per una serata di musica e spensieratezza
raccolti altri 500 euro per beneficenza

Crema incontra Cavezzo. Continua l’iniziativa di solidarietà nata dalla buona volontà di un gruppo di ragazzi cremaschi, che dopo due raccolte di fondi destinati ai terremotati del Comune di Cavezzo sabato scorso hanno fatto visita al piccolo paese modenese per trascorrere insieme una serata di divertimento e spensieratezza, anche se solo per qualche ora.

PULLMAN CREMA-CAVEZZO

Anche stavolta Fabio e Andrea Verdelli, Stefano Cerullo, e Matilde Ogliari hanno organizzato tutto il necessario, dall’aperitivo cremasco alla serata con musica live e dj set. La comitiva composta da una quarantina di giovani tra i 25 e i 30 anni è partita sabato pomeriggio da piazzale Rimembranze, per raggiungere Cavezzo verso le 18.30. Lì i ragazzi cremaschi hanno offerto ai cittadini del Comune modenese un aperitivo speciale a base di formaggio Salva, per poi spostarsi in pizzeria e cenare insieme. Più tardi è tenuto il concerto del gruppo cremasco Lebotomia, e la serata è continuata in musica con un dj set. L’iniziativa ha coinvolto un centinaio di persone tra cremaschi e cavezzesi: “E’ stata una bella serata, nonostante si percepisse ancora la situazione di difficoltà che il Comune sta vivendo – racconta Andrea Verdelli, uno degli organizzatori – Facendo un giro tra macerie e tendopoli abbiamo constatato quanto ci sia ancora da fare per ripartire”. La serata di sabato è stata vissuta con sobrietà e partecipazione, una parentesi che ha regalato qualche ora di spensieratezza a chi ha visto la propria vita cambiare in pochi secondi, il tempo di una scossa.

LA NUOVA RACCOLTA

Anche stavolta, in barba alla crisi, i cremaschi hanno partecipato volentieri alla raccolta fondi: in una settimana le cassettine lasciate in una decina di negozi e bar di Crema hanno raccolto un totale di 500 euro, che in occasione del tour cavezzese sono stati consegnati nelle mani del Sindaco di Cavezzo Stefano Draghetti, che ha ringraziato di cuore i ragazzi per l’aiuto ricevuto e l’originale iniziativa.

PROSSIMI INCONTRI

Il nuovo “gemellaggio” tra Crema e Cavezzo si tradurrà senz’altro in nuove occasioni d’incontro, magari con un tour cavezzese in terra cremasca, come confermato dal sindaco Draghetti. “Non sappiamo ancora quando – conclude Andrea – Ma grazie a questa iniziativa è nata un’amicizia importante, perché non mantenerla?”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti