Cronaca
Commenta

Presentata la Festa di Liberazione
da domani al 30 luglio
Dibattiti e buona cucina

Da sinistra, Renato Stanghellini, Antonio Miglio e Chiara Mondany

Presentata l’edizione 2012 della Festa di Liberazione, che si contraddistingue l’articolato e ricco programma di iniziative politiche, culturali e culinarie, che caratterizzeranno tutti i giorni della Festa, da venerdì 20 a lunedì 30 luglio, in via Toffetti 49 (campo Rugby di Ombriano).

CINQUANTA PERSONE AL LAVORO

A fare gli onori di casa è stato Antonio Miglio, segretario federazione PRC di Crema e nel coordinamento provinciale della Federazione della Sinistra, nonché responsabile della festa, affiancato da Renato Stanghellini e Chiara Mondany.
“La Festa si pensa, si costruisce e si realizza con un collettivo di persone” dice Miglio, una cinquantina tra iscritti e simpatizzanti, che si trovano nel mese di gennaio per programmare un evento che è ormai entrato nella tradizione cremasca ed è interamente autogestita, ci tengono a sottolineare gli organizzatori, ringraziando in anticippo tutti coloro che contribuiscono.
La Festa vuole essere anche un’occasione per dare dei contributi alla discussione politica che interessa il territorio, con tre temi al centro di ogni iniziativa: la solidarietà nei confronti delle popolazioni dell’Emilia Romagna colpite dal sisma dello scorso maggio, il lavoro e il destino del territorio padano, tra stoccaggio gas, cave, strade e autostrade, protagonista dello spazio dibattito di domenica alle 21,30 con l’intervento di rappresentanti di associazioni e comitati, tra i quali Ezio Corradi, Vicepresidente del Coordinamento Comitati Ambientalisti Lombardia.

I DIBATTITI

Oltre a quello già segnalato, lunedì 23 ci sarà la presentazione del libro di Gino Marchitelli “Morte nel trullo”, martedì 24 “Un’altra economia è possibile”, incontro con il mondo dei Gruppi di acquisto solidale, e del Gruppo di acquisto popolare, con riflessioni sui consumi consapevoli.
Ci sarà anche la possibilità di gustare piatti vegetariani e vegani con l’ambizione di mettere a confronto, sottolinea Miglio, esperienze provenienti da territori vicini. La serata sarà condotta da Daniele Cannistrà.
Mercoledì 25 sarà invece protagonista “Quando usucapivo vinili”, ultima fatica letteraria di Emanuele Mandelli, mentre giovedì 24 si parlerà di acqua pubblica e venerdì di lavoro con Bruno Casati, già assessore provinciale a Milano e membro della Direzione Nazionale di Rifondazione Comunista, il senatore Giorgio Bergonzi, coordinatore provinciale della Federazione della Sinistra e Gianpaolo Dusi, consigliere provinciale PRC-PDCI.
Tutti i dibattiti avranno luogo alle 21,30 e si chiuderanno sabato 28 luglio con la serata di solidarietà per l’Emilia Romagna con l’intervento di Irene Bregola, segretaria nazionale PRC e consigliere comunale a Ferrara e di Luigi Marchitelli, del Gruppo di Solidarietà del circolo PRC di San Giuliano Milanese.

GLI SPETTACOLI

Venerdì 20 Luglio alle 22, Lando e Maybe’n march, Sabato 21 Hellekin mascara e Speaking in tongue, domenica 22 Labetomia, venerdì 27 Jenny’s joke, sabato 28 Bangarang e Znullz e domenica 29 Letlo vin e White man blues; lunedì 30 ci sarà la tombolata finale.
Tra le collaborazioni di quest’anno quella con i Pantelù e con la Libreria Dornetti, mentre di particolare livello qualitativo si preannuncia la cucina, con griglieria, rosticceria, pizzeria: “Cucina di alto livello e di qualità, con servizio ai tavoli”, dice Chiara Mondany, che conclude dicendo “qui non ci sono piatti di carta, non attraiamo con il ballo, ma con la qualità di cucina e griglieria e con il clima conviviale con tutti i comagni”.
Non mancano i formaggi, i vini e i tortelli con la battuta del sorridente Renato Stanghellini: “I migliori tortelli si mangiano sempre qua”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti