Commenta

Pala Bertoni, decisione la prossima
settimana, ma il Comune non ha soldi
Per il Velodromo tempi più lunghi

Nella prossima settimana si dovrebbe finalmente sapere qualcosa di più certo sulla sorte dei lavori di ampliamento del Pala Bertoni, resisi necessari per consentire all’Icos crema Volley di poter disputare le partite del massimo ca,mpionato di pallavolo femminile.

SI RAGIONA SUL PROGETTO DELL’ICOS

Il consigliere comunale delegato per lo sport Walter Della Frera, tornato operativo dopo i suoi impegni all’estero, attende le verifiche dei tecnici del comune, sul progetto presentato dalla società presieduta da Claudio Cogorno.
“Aspettiamo le valutazioni dell’ingegner Galli – dice Della Frera – prima di incontrare il presidente Cogorno, verificare la congruità economica e iniziare a parlare della convenzione”.
Vista la necessità di accelerare i tempi, in modo da consentire la normale ripresa dell’attività agonistica alle società che utilizzano il palazzetto, nei primi giorni della prossima settimana si dovrebbe sapere qualcosa di nuovo.
Quanto alle cifre necessarie per l’intervento, Della Frera riferisce che ancora non sono state affrontate con il presidente dell’Icos, tuttavia non nasconde il fatto che le possibilità di intervento che ha il Comune sono limitate, ma prima di sbilanciarsi sui numeri, preferisce incontrare e definire tutto con lo stesso presidente dell’Icos.

VELODROMO

Proseguono i contatti con il Coni, sulla situazione della struttura sportiva di via IV Novembre attualmente chiusa.
“L’arch. Varese del Coni, mi ha aggiornato sui tempi previsti per la perizia richiesta qualche settimana fa – dice Della Frera – ma ha anche comunicato che rispetto a quanto si sapeva, i tempi per il ritorno della struttura nella completa disponibilità del Coni si allungano di qualche mese”.
Il motivo? Si è scoperto che esisterebbe un diritto di prelazione che spetta agli Enti Pubblici, per cui la struttura tornerebbe al Coni, nel caso gli Enti Pubblici non dovessero esercitare tale diritto, cosa che implica qualche mese di attesa, e nel frattempo, il Velodromo resta nella disponibilità della Sai.
Di conseguenza, se la stessa società deciderà di tenere chiusa la struttura, senza rendersi disponibile ad una convenzione parziale per consentirne l’utilizzo da parte degli sportivi, gli stessi non potranno fare altro che aspettare.
Quanto al Bocciodromo, il comune non è strettamente coinvolto, visto il ruolo di Scs, tuttavia non manca da parte dello stesso Della Frera, la volontà di approfondire la questione sentendo l’Ufficio Sport del comune.

PERGOLETTESE

Con la nuova società, che sta completando il suo organigramma in vista dell’avvio della prossima stagione agonistica, sono stati già fatti alcuni colloqui in merito al Voltini ed al Centro Sportivo “Bertolotti”.
Anche per quanto riguarda le strutture che ospiteranno la prima squadra ed il settore giovanile, come già scritto a proposito del Pala Bertoni, nei primi giorni della prossima settimana si dovrebbe definire la situazione, anche perché entro fine mese, le società cominceranno a programmare la preparazione in vista dell’avvio dei campionati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti