Ultim'ora
Un commento

Ambiente e linee programmatiche
Ardigò chiede al sindaco di “osare”
in nome di salute e sostenibilità

“Chiedo il coraggio di osare in nome della salute, dell’ambiente e della sostenibilità”: Gianemilio Ardigò scrive al Sindaco Stefania Bonaldi per rimarcare l’assenza di iniziative ambientali nelle linee programmatiche espresse dalla nuova amministrazione.

LINEE PROGRAMMATICHE, Sì CON RISERVA

Nonostante le linee programmatiche siano state approvate in consiglio con 18 voti favorevoli su 24, i Verdi criticano la scarsa considerazione della nuova Amministrazione nei confronti delle tematiche ambientali, considerate un valore aggiunto coniugabile con altre realtà come il Polo Universitario cremasco e i centri di ricerca, oltre a sinergie territoriali per iniziative comuni. Salvo qualche accenno alla mobilità sulle due ruote nel capitolo “ Crema delle risorse ambientali e dello sviluppo sostenibile”, secondo Ardigò il nuovo programma amministrativo non comprende tante altre tematiche trasversali come amianto,  inquinamento atmosferico e raccolta differenziata. Il leader dei Verdi ricorda progetti per la città pensati e mai avviati, come la riqualificazione delle aree dismesse in orti, il Parco del Moso, il censimento degli alberi, la creazione di nuovi parchi el a certificazione energetica e ambientale. Non manca un accenno agli amici a quattro zampe, per i quali Ardigò chiede aree “free dogs” e una diffusione capillare di pannelli solari.

RISPOSTE E COLLABORAZIONE

Ardigò ricorda le proposte attuate durante la scorsa amministrazione, dal patto dei Sindaci sulle fonti rinnovabili alla “Carta di Bruxelles sulla mobilità dolce, fino alla “Ciclo-officina” alla stazione ferroviaria, e si augura una collaborazione che permetta di dare risposta alla maggior parte delle tematiche evidenziate.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti