Commenta

Il futuro del Tribunale di Crema
Ipotesi di accorpamento con Treviglio
Si incontrano i due sindaci

Si mobilitano gli Enti Locali del territorio, per cercare di evitare la chiusura del Tribunale di Crema e questa mattina il sindaco Stefania Bonaldi ha organizzato un incontro con il primo cittadino della vicina Treviglio, Giuseppe Pezzoni, per verificare la possibilità di intraprendere azioni comuni fra le istituzioni dei rispettivi territori, al fine di scongiurare la chiusura del Tribunale a Crema e della sezione staccata di quello di Treviglio.

COINVOLGERE GLI AVVOCATI

Il sindaco di Treviglio ha riconosciuto come il suo Comune,  all’inizio si era  orientato a possibili azioni congiunte, con quello più vicino di Cassano d’Adda, ma quel Tribunale, fa riferimento ad un’altra Corte di appello, ed è poi emerso che, con un apposito provvedimento amministrativo della Presidente del Tribunale di Milano, la sede di Cassano, sostanzialmente è già stata smantellata.
Così il sindaco Pezzoni, ha accolto di buon grado la proposta cremasca, di esplorare l’opzione accorpamento Crema – Treviglio, riservandosi il coinvolgimento dell’Ordine degli Avvocati della bassa bergamasca.
Nei prossimi giorni i due sindaci torneranno ad incontrarsi, coinvolgendo i rispettivi presidenti degli Ordini degli Avvocati, ed i parlamentari del territorio.

UN CONSIGLIO COMUNALE DEDICATO AL TRIBUNALE

In merito all’incontro di oggi, il sindaco di Crema, ha sottolineato come l’incontro che si è tenuto oggi, “è un piccolissimo passo, quanto meno di avvicinamento, delle due amministrazioni di Crema e Treviglio”.
A tal proposito, la Bonaldi si è detta stupita del fatto che nel recente passato, non vi fossero stati contatti istituzionali, aggiungendo di voler verificare ad ogni livello, se esiste la possibilità come istituzioni cremasche e trevigliesi, di condividere “una proposta congiunta, che vada sì, nell’ottica della razionalizzazione dei costi del sistema-Giustizia, per evitare sprechi, ma non del depauperamento del nostro territorio”.
Infine secondo il sindaco, sarebbe significativo indire “un prossimo consiglio comunale dedicato alla trattazione di questo tema importante, che non riguarda solo gli interessi di chi opera nell’ambito del Tribunale, ma la tenuta di un servizio importante per i nostri concittadini e per la nostra città”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti