Cronaca
Commenta

Anche oggi grande successo
per il “Grana della Solidarietà”
a Crema venduti 1500 pezzi

Il successo si ripete, e dopo i 1000 pezzi andati a ruba lo scorso 10 giugno, oggi sono stati 1500 i pezzi di Grana Padano, provenienti dai caseifici del Mantovano, colpiti dal terremoto, che sono stati acquistati dai cremaschi, i quali si sono recati fin dalle 7 di questa mattina, presso l’Ufficio Zona Coldiretti di Crema, in via del Macello, per acquistare il “Grana della Solidarietà”, già porzionato, a 10 euro al pezzo. Un ricavato di 15mila euro che va ad aggiungersi alle 10mila già ricavate un paio di settimane fa.

UN MODO EFFICACE PER AIUTARE LE POPOLAZIONI EMILIANE E MANTOVANE

Grande soddisfazione da parte del segretario di zona della Coldiretti Luigi Bonzanini, del personale della Federazione, con in testa Francesco Cazzamali, e di diversi imprenditori agricoli, che si sono dati da fare, per accogliere la lunga fila di persone (poco prima delle 9 erano già 1000 i pezzi di Grana venduti), ansiosa di poter gustare un formaggio di grande qualità e, nello stesso tempo, dare un segno tangibile di vicinanza alle popolazioni ed ai caseifici colpiti dal sisma delle scorse settimane.
“Acquistare prodotti agricoli e alimentari provenienti dalle zone terremotate è un modo efficace, concreto, per aiutare la popolazione facendo, ripartire l’economia e l’occupazione dei territori colpiti”, è la convinzione espressa anche questa mattina da Coldiretti.
Una convinzione, che ha trovato d’accordo anche i cremaschi, vogliosi di correre in aiuto delle imprese e delle comunità che hanno vissuto il dramma del terremoto: un modo, quello organizzato da Coldiretti anche nella nostra città, per sostenere attraverso la “spesa salva aziende”, tutte quelle realtà produttive, appartenenti alla filiera del settore lattiero-caseario, costrette a fare i conti con i danni del terremoto e con il rischio di aggiungere ai danni alle strutture, anche quelli derivanti dalle mancata vendita del prodotto.

EVITARE LA CHIUSURA DI TANTE AZIENDE

In questo momento è fondamentale il sostegno concreto alle imprese e alle comunità dell’Emilia Romagna e del Mantovano, che stanno vivendo una situazione di grande difficoltà, ma che nello stesso tempo, stanno cercando di reagire: “In questo momento, le aziende hanno l’esigenza di movimentare il prodotto già stagionato, per garantire almeno le risorse necessarie ad evitare che tante realtà economiche chiudano o abbiano problemi di liquidità – sottolinea Coldiretti Cremona – finora la risposta delle nostre comunità è stata eccezionale, commovente. E siamo certi che sarà lo stesso anche nei prossimi appuntamenti”.

POMERIGGIO A SORESINA, DOMANI A CREMA E SABATO PROSSIMO A CREMONA

L’iniziativa verrà riproposta a Crema domani, in via Terni, nell’ambito del Mercato di Campagna Amica degli agricoltori di Coldiretti.
Oggi invece, si potrà acquistare il “Grana della Solidarietà”, nel pomeriggio a partire dalle 16, in piazza Garibaldi a Soresina, nell’ambito della manifestazione promossa dal Club Nino Previ, “Moto da gran pregio”, esposizione di moto d’epoca e da gran premio, mentre sabato prossimo Coldiretti porterà il “Grana della Solidarietà” a Cremona, a partire dalle 8, in concomitanza con il mercato cittadino.

i. g.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

© Riproduzione riservata
Commenti