Ultim'ora
17 Commenti

Niente soldi per il verde pubblico
solo 72mila euro disponibili per i lavori
Bergamaschi:”Basteranno fino a settembre”

Grandi opere per il comune di Crema: per il momento non se ne parla. Anche se il programma dell’amministrazione comunale prevede interventi importanti, deve prima fare i conti con la scarsità di risorse. A sottolinearlo è il neo assessore Fabio Bergamaschi, delegato ai Lavori Pubblici e al Territorio, che, preso in mano il Bilancio del comune spiega : «Grandi opere in calendario per il momento non ce ne sono, anche perché le disponibilità economiche sono molto ristrette e ci sono addirittura capitoli sui quali ci saranno problemi di gestione”.

POCHI SOLDI PER IL VERDE

E’ il caso della cura e gestione del verde pubblico della città:, per la quale a bilancio ci sono solo 72mila euro. «Mi sono consultato con i tecnici del comune, e purtroppo con queste risorse possiamo arrivare fino a settembre con la gestione del verde, poi c’è un grosso punto di domanda. – Continua Bergamaschi – Dove reperirli? Stiamo valutando se tagliare altrove, pescare da altri assessorati o provare a reperire risorse in altri modi».

“EREDITA’ DELLA GIUNTA BRUTTOMESSO”

Secondo l’assessore cremasco, questa è la situazione ereditata dalla giunta Bruttomesso: «Non amo criticare il lavoro di chi è venuto prima di me, non è nel mio stile, ma la situazione è questa. Sarà anche per il Patto di Stabilità, ma l’ente locale va in sofferenza e gestire gli stessi servizi che vanno garantiti con risorse ridotto non è poi così facile».

DIFFICOLTA’ GIA’ PREVISTE

Le prime avvisaglie infatti risalgono a qualche mese fa, quando in periodo di riqualificazione primaverile del verde urbano Crema si era fatta cogliere impreparata, con parchi pubblici in disordine e aiuole-discarica, preda d’incuria e inciviltà. Per la doverosa operazione di restyling la Giunta comunale aveva approvato negli scorsi mesi la delibera di manutenzione, che secondo le previsioni avrebbe impiegato 68mila euro per sfalcio d’erba, potatura degli alberi e cura dei giardini. Cifra che, come aveva spiegato l’ex assessore all’urbanistica Massimo Piazzi, avrebbe coperto solo la prima fase dei lavori di riqualificazione; la delibera infatti prevedeva che la spesa fosse colmata in più fasi, compito che ora ricade sulla nuova amministrazione.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

 

© Riproduzione riservata
Commenti